Conversazioni in casa Di Stefano: il nuovo movimento politico di Roberto Saviano

Reading Time: < 1 minute

VDS: “Roberto Saviano lancerà il suo movimento personale in risposta a quello di Grillo”

Mia moglie: “E come lo chiamerà? ‘A scamorz’?? ‘O fior di latte??? ‘A mozzarella???? No, ecco: LA BUFALA!!

(ragazzi, mia moglie è un genio!!)

 

L’immagine è di piero tasso  ed è rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported.

 

Conversazioni in casa Di Stefano: sulla lettura di “Madame Bovary” di Flaubert

Reading Time: < 1 minute

La mia Signora sta rileggendo Madame Bovary di Flaubert (peraltro nella pregevole edizione di Garzanti tradotta da Oreste del Buono).
Durante la sua rilettura si è avuta tale conversazione:

Rosa Paola Angela Mattioli in Di Stefano: "Ma come faceva Charles Bovary di non accorgersi di come stava la moglie, di quanto soffriva…?"
VDS: "Ma come faceva Charles Bovary a non accorgersi di che razza di tegame aveva sposato?"
Rosa Paola Angela Mattioli in Di Stefano: "Voi uomini siete tutti ugualmente insensibili!" (*)

(*)…o forse Emma Bovary era veramente un tegame, vai a sapere…

Conversazioni in casa Di Stefano: Festeggiamenti alcolici

Reading Time: < 1 minute



VDS: "Visto che hai preso il Prosecco sbolliamolo (1)!"

Rosa Paola Angela Mattioli in Di Stefano: "Beh, veramente l’ho preso per aprirlo in una occasione speciale…"

VDS: "E sarebbe??"

Rosa Paola Angela Mattioli in Di Stefano: "Magari la settimana prossima cade il governo!" (2)

(1) "Sbollare" è termine di lessico familiare per indicare l’apertura di una bottiglia allo scopo di consumarne il contenuto.
(2) Magari!

Conversazioni in casa Di Stefano: amabili resti di coppia

Reading Time: < 1 minute

a) A mia moglie è molto piaciuto il romanzo "The Lovely Bones" ("Amabili Resti") di Alice Sebold, tanto da leggerlo in italiano e in inglese;

b) mia moglie, visitando una libreria, ha trovato anche il secondo romanzo della Sebold, "La quasi luna", l’ha comprato e divorato in pochissimo tempo (cosa che, del resto, accade con tutti i libri che legge, abitudine che disapprovo, ma lei se ne frega della mia approvazione, e così sia nei secoli dei secoli, amen);

c) mia moglie si è molto arrabbiata per l’inconcludenza del romanzo, tanto da voler scrivere una lettera d’insulti all’autrice che, sfortunatamente, non ha un suo sito web;

d) mia moglie ha, dunque, cercato notizie sulla Sebold in rete ed è incappata nella voce italiana di Wikipedia che dice che la donna "subì un’aggressione con stupro" dato biografico che potrebbe essere utile per comprendere la fissazione della Sebold col terrore;

e) mia moglie disapprova assolutamente che Wikipedia riferisca, oltre all’episodio dello stupro, che la Sebold fosse vergine al momento della violenza sessuale subita;

f) mia moglie è molto incazzata con Wikipedia per aver riferito tutto questo che non c’entra un cazzo;

Continua a leggere