Author Archives: valerio

Fake news: il ddl della vergogna

Il ddl contro le “fake news” (o “bufale”, come amano chiamarle gli attivissimi della lingua italiana) è al Senato. Tragico ma vero, un pugno trasversale di senatori è riuscito a portare in aula un testo che più raffazzonato non si può e che fa acqua da tutte le parti. Il tutto allo scopo dichiarato di […]

Liscia & bussa

Giorni or sono, il poliuretanico lettore Baluganti Ampelio mi ha recapitato un commento al mio recente post su Asia Argento e il caso Meloni. Nel pur breve testo di quello scritto usai (e mal me ne incolse) l’espressione “liscia e bussa”, che tanto male ha fatto al Baluganti e alla sua anima nobile, da spingerlo […]

La parafarmacia che vende il rimedio omeopatico contro le tendenze omosessuali femminili

Facciamo due assiomi: a) L’omeopatia non funziona b) L’omosessualità non è una malattia. Detto questo, facciamo che una specialità omeopatica (non chiamiamola “medicinale” se no si offendono) che contiene un componente (non chiamiamolo “principio attivo” perché in omeopatia i principi attivi vengono diluiti in dosi tali da risultare irrintracciabili) che si chiama “Ovaria” venga venduto […]

Una storia disonesta

Era solo un ragazzo. Un ragazzo fa molta paura. Soprattutto se ha 16 anni e non può difendersi. Soprattutto se, perquisito una prima volta e trovato in possesso di ben 10 grammi di hashish, non oppone resistenza, anzi, confessa addirittura di averne ancora a casa. Un ragazzo così fa una paura tale che devi mandargli […]

E’ il World Radio Day. Viva la radio!

E allora auguri a tutte e tutti voi per il World Radio Day che si celebra oggi. Non la si ama mai abbastanza, la radio, per tutto quello che ci dà quotidianamente, per cui bisogna festeggiarla e ben vengano queste giornate se riescono a dare così tanta gioia e allegria. La radio è compagna, ma […]

Tuberi incandescenti

Ed eccoli di nuovo intrisi nella volgarità i giornali italiani pagati con i soldi dei cittadini e finanziati a suon di gettiti da finanziamento pubblico. E, sia chiaro, la volgarità, come dice Francesco Merlo sul “Corriere della Sera”, non scandalizza di per sé, no, la volgarità annoia, stufa, in una parola, anzi, in tre, rompe […]

Caso Meloni: Asia Argento chiede scusa (ahilei)

Questa è la giornata delle scuse. Prima quelle di Caterina Balivo a Diletta Leotta, e adesso quelle di Asia Argento a Giorgia Meloni per aver definito altrove “lardosa” la sua schiena. In RAI devono averle fatto un bel liscia e bussa. Fatto sta che anche questa vicenda si è risolta in 140 caratteri. Fare danno […]

Lettera sul mea culpa di Caterina Balivo

Gentile Signora Balivo, io non La conosco, io non so chi è. E a parte la parafrasi di un famoso pezzo di Mina, credo che le nostre esistenze telematiche si siano incrociate proprio stamattina, quando, per caso, sono venuto a conoscenza del Suo tanto vituperato tweet di un paio di giorni fa a proposito della […]

La tormentata storia di Diletta Leotta

Diletta Leotta è stata ed è vittima di cyberbullismo. Diciamolo subito e senza possibilità di equivoci: quello che ha subito è stato ed è inqualificabile, quindi da condannare senza mezze misure e in quanto tale. E’ andata a parlarne a Sanremo, arena di ogni possibile pettegolezzo, con una mise non proprio castigatissima. E qualcuno ha […]

Raggi & paRaggi

Sì, anch’io sono sempre più convinto che Virginia Raggi debba spiegare o andarsene. E non certo perché le polizze vita a lei intestate da Romeo (oh, Romeo, Romeo, perché sei tu, Romeo?) ne facciano una Giulietta inconsapevole o costituiscano le prove di un reato (anzi, pare proprio che la Raggi non ne sapesse nulla), ma […]

Forse non lo sai ma pure questo è amore

E lui che t’ha portato via la donna che amavi d’un solo colpo. Un incidente, dicevano. E lui che è ancora lì, in giro per il paese, dopo sette mesi. Sette mesi in cui hai covato una rabbia antica, un rancore infinito e la voglia di stenderlo una volta per tutte. Sette mesi in cui […]

Alcun Ministro Madia

Presso un ufficio postale di Biella, una signora ha chiesto se poteva allattare il proprio bambino di tre mesi. Le è stato risposto in malo modo che no, non era possibile, anzi, che era addirittura vietato (non si sa da quale legge) e che era meglio alzare i tacchi, smammare, sloggiare, via, sciò, chè qui […]

Avevo una banca

Eh sì, io una banca ce l’avevo. Era la Banca di Credito Cooperativo dell’Adriatico Teramano, filiale di Roseto degli Abruzzi, nuova sede in via Nazionale. Avevo un conto corrente, una splendida carta bancomat, ci avevo appoggiato una carta di credito, mi davano anche due lire di interessi, insomma, si campava. Poi ieri sulla stampa locale […]

Il senso di Wikipedia per Nicolae Ceausescu

A leggere quel concentrato di umorismo involontario che è la versione in lingua italiana di Wikipedia c’è di che riflettere. Wikipedia ha la lodevole abitudine di mettere in home page una rubrica che si chiama “Ricorrenze”. Vi sono elencati alcuni nati e morti del giorno, più una serie di eventi storici verificatisi proprio in quella […]

Ju tarramutu

Ju tarramutu è come una vecchia pubblicità di Natale, “quando arriva arriva”. Ju tarramutu ormai è una vecchia conoscenza. Quasi un amico. Tra i vecchi c’è chi prova a misurare l’intensità delle scosse scommettendoci sopra, come fosse un gioco. E ci riescono meglio di Richter. “L’hai sentita, questa? Questa era da tre!!” Ju tarramutu si […]