Voglio fatta la ricarica Wind! Le chiavi di ricerca per il blog.

Quello che mi consola, nella gestione del blog, è il fatto che molti degli accessi che ricevo sono fortuiti e casuali.

Perché se davvero tutti quelli che "cadono" in queste pagine, imbrigliati dalle maglie della rete, fossero interessati a quello che scrivo, sarebbe preoccupante.

Mi sono divertito, ieri, ad analizzare solo alcune delle frasi di ricerca mediante cui la gente arriva sul blog da Google.

E c’è di che mettersi a ridere:

– veronica lario leghista
– veronica lario tette e culo

Non c’è nulla da fare, la maggior parte delle ricerche sono per Veronica Lario. Il primo utente cercava una sua presunta appartenenza politica, l’altro, più prosaicamente, ha puntato al sodo. A volte penso alla delusione di questi utenti che cercavano immagini o filmati delle grazie della ex signora Silvio, si sono affidate a Google che le ha reindirizzate verso il mio blog, dove, regolarmente, non le hanno trovate. Eh sì, Internet è quella risorsa in cui si trova tutto e subito, come si permettono di non avere quello che cerco e che voglio?

– ragazze trombata da professori

Questa è la chiave di ricerca più triste in assoluto. Non solo perché viene da una mente evidentemente malata, che pensa che certo materiale sia raggiungibile in rete così come è possibile andare a comprare un pacchetto di caramelle dal tabaccaio, ma perché pensa che i professori si trombino veramente le loro alunne.
E’ un luogo comune difficile da sfatare, e chi crede che la scuola sia un luogo in cui si fa tutto meno che studiare è ancora in maggioranza rispetto al resto dell’opinione pubblica.
YouTube ha fatto tanti danni.

– pubblicità coca cola giulia livornese

Quella della nuova pubblicità della Coca Cola è una delle cose più ricercate su Google. Questa Giulia ha fatto colpo. Peccato che non sia livornese, ma pisana, e son disgrazie.

– voglio fatta la ricarica wind di 5€

Senza telefonino non si vive, e la ricarica Wind da 5 euro è per eccellenza la ricarica degli sfigati, il minimo garantito per garantirsi la sopravvivenza psichiatrica, per non impazzire di emarginazione schizofonica. Bellissimo il lessico utilizzato: "voglio fatta la ricaricarica!" è un imperativo categorico, la dichiarazione di bisogni fondamentali dell’uomo che non sono più la dignità personale, il diritto al cibo o cos’altro, no, sono l’esigenza di non essere più tagliati fuori dal mondo. Giuro che se questo utente lo potessi rintracciare gliela regalerei io una ricarica da 5 euro!

– le ricariche telefoniche della tre da quanto sono?

Anche qui si va di ricariche telefoniche. Ma la caratteristica della chiave è singolare. C’è un punto interrogativo in fondo. Google viene visto né più né meno come il genio della lampada, come il Sapientino che se gli fai una domanda quello ti risponde puntualmente. Non viene visto come uno strumento, che analizza la pertinenza di una stringa, ma come un vero e proprio essere intelligente che a domanda risponde. Internet come salvezza all’ignoranza personale. Certo che è una bella prospettiva…

– il meglio cacciucco di livorno

E meno male che c’è ancora qualcuno che cerca un buon cacciucco, consolazione materiale e immanente di chi sente che la vita è qualcosa che sfugge inesorabilmente, e allora affanculo le tette della Lario e la pubblicità pisana della Coca Cola, una bella tegamata di cacciucco e vedrete che la vita vi sorride. Anche su Google.

Ma prima qualcuno mi spieghi cosa vuol dire "mi sento fortunato".

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • CinghialeMannaro  On 15 Maggio 2009 at 17:24

    Il “mi sento fortunato”, ai bei tempi preistorici e idilliaci di google, ti portava automaticamente sul risultato più rilevante.

    Da quando poi scammer e cybers*****oli si sono messi a inventare algoritmi per fregare il ranking di google quel tasto li’ è diventato poco piu’ che spazzatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site