Vodafone “recupera” i costi di ricarica? Calma un attimo…

Sta circolando una catena di Sant’Antonio via e-mail che teorizza un trucchetto da parte di Vodafone per "recuperare" i costi di ricarica. Le cose non stanno come descritto nel messaggio: la catena non va inoltrata, perché causa solo confusione.

Ho ricevuto poco fa un comunicato stampa di Vodafone: il servizio è temporaneamente sospeso.

I dettagli

Da alcuni giorni (la prima segnalazione che ho ricevuto è del 19 marzo) circola un e-mail che invita a diffondere questo avviso:

Dal 6 marzo 2007 Vodafone ha introdotto due nuove ‘funzionalità’ ricezione SMS vocale e notifica ricezione vocale, una sorta di segreteria telefonica (al costo di 0,29 Euro a chiamata) attivato automaticamente a tutti coloro che non usano la segreteria telefonica (99% degli utenti).

Quando chiamerete un/a vostro/a amico/a e il telefono è spento sentirete una voce che vi dirotterà al nuovo servizio. Per disabilitare questa funzione è necessario:

– essere registrati al sito www.vodafone.it oppure www.190.it
– effettuare l’accesso al proprio account
– Cliccare su ‘190 fai da te’, poi sul menu di sinistra la voce ‘Servizi e Promozioni’
– Cercate nell’elenco dei servizi le voci ‘Ricezione SMS vocale’ e ‘Notifica Ricezione Vocale’ (solitamente è nella seconda pagina)
– Cliccate sul pulsante ‘Disattiva’ nel rettangolo i ciascun servizio da disabilitare e si aprirà la pagina di conferma. Cliccate sulla voce minuscola in basso con scritto ‘Clicca qui per confermare l’operazione’
– Eseguite lo stesso procedimento per entrambi i servizi

Da questo momento chi vi chiamerà a cellulare spento non pagherà più i 29 centesimi per questo servizio che nessuno ha richiesto!!

Se lo facciamo tutti riusciremo a non incappare in questo ennesimo tranello rivolto ai consumatori.

Diffondete questa mail.

Il servizio "SMS Vocale" esiste ed è documentato qui sul sito di Vodafone. Il nome è abbastanza infelice, perché in realtà non è un SMS, ma una sorta di segreteria e vi si registra la voce (che non viene convertita in testo o cose simili). La registrazione audio viene inviata al cellulare del destinatario, se compatibile; il destinatario, quindi, non ha bisogno di consultare la segreteria tradizionale, perché si trova con il messaggio memorizzato direttamente nel telefonino e lo può ascoltare gratuitamente.

Con la segreteria tradizionale, invece, chi chiama paga per lasciare il messaggio, e chi riceve paga per ascoltare il messaggio (fonte). Non stupisce che moltissimi utenti disattivino la segreteria.

In altre parole, questo servizio sembra pensato per evitare al cliente Vodafone di pagare per i messaggi lasciati in segreteria, ma è stato completamente frainteso, probabilmente grazie anche alla coincidenza temporale con l’abolizione dei costi di ricarica. La preoccupazione istintiva che gli operatori telefonici avrebbero tentato di far rientrare dalla finestra quello che era uscito dalla porta ha fatto da leva emotiva, come in ogni bufala che si rispetti, impedendo a molti di fermarsi a riflettere e controllare.

Ecco il comunicato (refusi compresi — mi sa che l’ufficio stampa usa Word inglese…) di Vodafone di oggi. Le evidenziazioni sono mie:

Milano, 21 marzo 2007 – Vodafone ha attivato a partire dal mese di marzo il servizio di SMS vocale. Grazie a questo nuovo servizio i clienti Vodafone possono ricevere gratuitamente un messaggio vocale da parte di chi li ha cercati quando non sono raggiungibili.

A fronte del lancio di questo servizio nei forum dedicati alla telefonia mobile, nei siti web, tra i consumatori ed i clienti sono iniziate a circolare, informazioni non corrette sulle modalita’, l’uso e i costi.

La diffusione di queste informazioni ha ingenerato incertezza sulla tipologia di servizio e Vodafone Italia, intende quindi precisarne I contenuti:

Il servizio funziona cosi’:

— permette di inviare un messaggio vocale quando la persona chiamata ha il cellulare spento o non disponibile

— il chiamante ascoltera’ il messaggio gratuito di avviso: "SMS Vocale Vodafone, messaggio gratuito. La persona chiamata non e’ al momento disponibile. Per inviare un SMS vocale parli dopo il segnale acustico e poi riagganci. Info e costi al numero gratuito 42055"

— il cliente puo’ scegliere: riagganciare oppure registrare un messaggio con la propria voce, dopo il segnale acustico.

— Il messaggio gratuito dura 15 secondi

— Dopo il messaggio ci sono un paio di secondi di silenzio

— Dopo il silenzio c’e’ il segnale acustico. a questo punto il cliente puo’ registrare il messaggio.

— Se il cliente non parla, o parla meno di 2 secondi, il messaggio non parte e il cliente non paga

— L’sms vocale ha un costo di 29 centesimi per chi lo invia.

— E’ gratuito per chi lo riceve.

— Il servizio e’ disattivabile chiamando gratuitamente il numero 42070 oppure all’interno dell’area "fai da te" del sito www.vodafone.it.

Si precisa inoltre che, contrariamente a quanto diffuso da altre fonti:

— il cliente non ha 1,5 secondi ma ha 15 secondi per riagganciare prima di vedersi addebitare qualcosa per la registrazione dell’sms vocale

— non paga 10 cent quando ascolta il messaggio dell’sms vocale. Come detto, e’ gratuito.

— non sono cambiati i criteri di tariffazione della segreteria telefonica

Mentre continua la campagna disinformativa sul servizio, Vodafone Italia gia’ dalla giornata di ieri ha sospeso temporamente il servizio al fine di dissipare ogni dubbio e contestare ogni critica infondata.

Vodafone Italia ringrazia tutti i clienti che hanno voluto comunicare le loro valutazioni su Sms vocale e, come sempre, resta a disposizione dei propri clienti attraverso i tradizionali strumenti di comunicazione.

Ho verificato che il mio numero Vodafone italiano attualmente non ha alcuna attivazione di servizi di questo genere: quando è spento, ricevo solo un messaggio gratuito che mi avvisa che il numero non è raggiungibile.

Da una fonte interna Vodafone (uno dei loro formatori) ho ricevuto inoltre questo ulteriore chiarimento:

1) Non si viene dirottati direttamente verso il servizio. Ma una voce dice: Lei paghera’ il servizio solo se registrera’ il messaggio dopo il segnale acustico e riaggancera’. Il costo per ogni messaggio vocale e’ di 29 cent ( iva inclusa) (24,16 iva esclusa per business). Il cliente può riagganciare esattamente come avviene per chi ha la segreteria telefonica funzionante e non avrà nessun addebito.

2) Il costo di 29 cent è solo per chi invia il messaggio vocale e non per chi lo riceve.

3) Il metodo spiegato per disattivare il servizio è il più contorto dei 3 possibili. In effetti per il cliente è sufficiente chiamare il 190 o il 42070 e viene subito disabilitato.

In sostanza, se attiviamo il servizio, è solo chi ci chiama a pagare se lascia il messaggio; se chi ci chiama non lo lascia, non paga.

Alcuni lettori hanno obiettato che Vodafone non avrebbe dovuto introdurre il servizio senza avvisare e chiedere il consenso, e su questo sono d’accordo: avrebbe dovuto farlo almeno per correttezza e trasparenza, anche se il contratto con i clienti probabilmente prevede il diritto all’attivazione di servizi di questo genere, come è prassi nel settore (ma va considerata anche questa prescrizione del Garante per la Protezione dei Dati Personali: "Non si possono attivare servizi senza espressa volontà degli interessati", segnalata da nicola.70).

Spero che Vodafone (e di riflesso gli altri operatori) impareranno la lezione: il consumatore vi odia ed è confuso dal marasma di tariffe e dal martellamento pubblicitario, che deve costare una bella cifra (e se invece di fare tanti spot e pagare attori e calciatori regalaste a caso un po’ di traffico ai clienti? Sarebbe un bel marketing virale).

Ma a parte questo, sembra proprio che stavolta la paranoia rivolta verso gli operatori telefonici abbia giocato un brutto scherzo a tanti appassionati del cellulare.

da: http://attivissimo.blogspot.com/

5 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.