Via Poma: finalmente assolto Raniero Brusco per l’omicidio di Simonetta Cesaroni

Raniero Brusco è stato assolto in secondo grado dall’accusa di omicidio nei confronti di Simonetta Cesaroni per “non aver commesso il fatto”.

Formula piena, dunque. Senza dubbi e senza ombre.

Adesso sentiremo i paladini della vendetta a tutti i costi urlare che per Simonetta Cesaroni non c’è stata giustizia.

E’ vero. Non c’è stata giustizia perché NON E’ STATO Raniero Brusco a uccidere Simonetta Cesaroni. Quindi l’assassino deve essere ancora cercato e individuato. Dopo ventidue anni ci si lamenta che Brusco (ovvero il “mostro” artefattamente creato ad hoc da una macchina del fango giudiziari e massmediologica che ha agito con inaudita spietatezza contro ogni logica) non è stato condannato. Anzi, è stato assolto perché non è stato lui.

Ma non si dice che la Giustizia in 22 anni non ce l’ha mai fatta ad assicurare a un processo equo il VERO assassino di Simonetta Cesaroni. Gli innumerevoli buchi nell’acqua (Pietrino Vanacore per primo) sono una sconfitta per lo stato di diritto. E questa sentenza era dovuta: perché se non sono in grado (e non lo sono!) di condannare il colpevole, almeno che scagionino gli innocenti!

200 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.