Vaccinazione obbligatoria per i docenti: regna il caos giornalistico

Reading Time: < 1 minute

 1,062 total views,  1 views today

Allora forse no.

Gli è tutto sbagliato, gli è tutto da rifare. Ma più che altro gli è tutto un caos.

Sull’obbligo vaccinale o di Green Pass per i docenti ci sono almeno tre scuole di pensiero: la “tranchante” Repubblica che prefigura la vaccinazione obbligatoria per tutto il personale della scuola ma non per gli studenti, il “Corriere” che premonisce che ci sarà solo l’obbligo del Green Pass (ma che gli studenti ne saranno esentati), e il “Tempo” che chiarisce che ci sarà una battuta di stop e che il Governo Draghi attenderà la fatidica data del 20 agosto per decidere sulla base della percentuale dei docenti e degli ATA già vaccinati. Un bel guazzabuglio, non c’è che dire.

In mezzo a questo ginepraio continuano a stare i lavoratori della scuola, completamente indifesi dai sindacati (non ho mai visto un sindacato prendere le posizioni di un docente in vita mia) e lasciati in balìa di loro stessi. Certo, probabilmente a ore ne sapremo di più, ma quel che resta è una informazione estremamente variegata e contraddittoria. Un modo di fare stampa che quando parla lo fa per sentito dire, dando voce ora a questa ora a quella fonte, però, si veda il caso, le fonti dicono tutte una cosa diversa dall’altra.

Vi saprò dire a breve. Forse più e meglio di quanta confusione non facciano i giornali. Ma gli conviene?