Una giornata nera

Oggi il Premio Nobel per la Pace Barack Obama, parlerà al suo paese poggiando i piedi nello stesso punto in cui, 50 anni fa, il Premio Nobel per la Pace Martin Luther King pronunciava il famoso discorso dell'”I have a dream”.

Il problema è che il Premio Nobel per la Pace Barack Obama, con ogni probabilità, domani aprirà il fuoco contro la Siria.

Cinquant’anni di ricerca dei diritti umani, in nome dei quali diede la vita lo stesso Reverendo King, per arrivare a fare in modo che anche un Presidente nero potesse avere la possibilità di decidere di usare la forza militare in maniera unilaterale piuttosto che ricorrere al Tribunale Penale Internazionale o aspettare che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dia il via all’attuazione del diritto internazionale, come qualsiasi altro presidente bianco suo predecessore o successore.

I had a dream!

134 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.