Un ideale giovanile di Antonio Padellaro con l’apostrofo

La trincea delle voci dissenzienti rispetto al ddl Alfano sulle intercettazioni in discussione in seduta notturna al Senato è affidata a pochi, anzi, pochissimi.

Si tratta di un provvedimento che dovrebbe portare l’intera opinione pubblica in piazza. Ce ne sarà, al contrario, pochissima e sgretolata, se è vero come è vero che l’editoriale di Antonio Padellaro su "Il fatto quotidiano" di oggi riporta che lui, insieme ad altri giovani giornalisti della sua generazione, credevano in "un’ideale" con l’apostrofo.

Non è la prima volta che il neonato quotidiano di Travaglio & C. cade in  questi errori marchiani, che fanno pensare  a come costoro usano la tastiera del computer (una volta era la penna) per scrivere. E’ vero, probabilmente il pezzo è stato rivisto da qualche correttore di bozze che andrebbe addetto, magari, alla raccattazione delle monnezze della redazione, è abbastanza frequente, quando si scrive, fare questo tipo di errore (spessissimo si trova in rete "un’altro" scritto con l’apostrofo), ma se da un lato Padellaro e Travaglio inneggiano alla sacrosanta disobbedienza civile alla legge bavaglio, dall’altro dovrebbero sapere, e fin troppo bene, che la disobbedienza civile si attua con strumenti che sono anche l’ortografia, ovvero quello scrivere correttamente che dovrebbe fare da contraltare a vociazionismo e al becerismo dei giornali servi.

Che poi uno dice: "E allora te? Che di errori di ortografia e di battitura ne fai tutti i giorni?"

Vero, ma io non mi faccio mica pagare l’abbonamento!
115 Views

Commenti

commenti

2 pensieri riguardo “Un ideale giovanile di Antonio Padellaro con l’apostrofo

  1. Single a trent'anni

    L’ortografia è di destra, la grammatica creativa rompe le regole codificate che assoggettano le coscIenze e poi nel nome delle regole certe tutti lobotomizzati a guardare i programmi di abberlusconi e la defilippi mentre in realta’ la ortografia creativa crea nuove coscIenze alternative di sinistra moderna europeista sbroc sbroc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.