Umberto Carteni – Diverso da chi? – Roseto Opera Prima 2009

Finalmente a "Roseto Opera Prima" si comincia a vedere un film quanto meno decente.

Ho detto "decente", e non "capolavoro".

"Diverso da chi" è gradevole, scorre bene, non ha la pretesa di essere una pellicola "impegnata", anzi, rivendica il suo sacrosanto ruolo di "commedia", ma coglie nel segno.

E’ la storia di una coppia gay al tempo del Partito Democratico (peraltro rappresentato con gusto ironico e perfino dissacratorio), la cui stabilità viene praticamente minata dalla dirigente stronza di turno, che, poco a poco, innamorandosi di uno dei due, diretto rivale nella candidatura a sindaco di una città non menzionata, diventerà più morbida, tollerante e perfino incinta.

La Gerini è davvero taaaaantogaruccia, ed è perfino brava nell’interpretare il ruolo della rivale-carogna. A tratti si perde un po’ nella conferma dello sterotipo del ruolo della coatta-sexy, ma sono, appunto, tratti.

Il finale è improponibile e, francamente, raffazzonato. Sciupa un po’ tutto il film che, per il resto, si regge su gag, battute al vetriolo e rappresentazioni di immagini edulcorate di una politica che se fosse davvero così sarebbe decisamente meglio.
58 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.