WhatsApp implementerà le chiamate-voce

 208 total views

Giunge or ora la notizia che su WhatsCoso, appena acquistato per un fottìo di vaìni da babbo Zuckenburg, lì, saranno implementate le telefonate a voce.

Vale a dire che, a patto che tutti e due i parlanti schizofonici abbiano installato l’accrocchio, d’ora in poi si potrà sfruttare la connessione internet per effettuare delle chiamate tradizionali (e dire che la funzione di invio di messaggi vocali registrati mi piaceva tanto! Ora la useranno, se possibile, ancora meno persone).

E va beh, ma che novità è?? Il VoIP esiste da una vita, io lo uso tranquillamente con VoipStunt, con Skype, e c’è anche Viber, un’applicazioncina simil-WhatsQuello, che permette di chiamarsi senza passare dal succhiasangue dei provider dei cellulari. Beppe Grillo parlava del VoIP già dal 2005-2006, segno che era una tecnologia più che diffusa allora. Il problema era trasformare la tecnologia in abitudine giornaliera e in cultura del risparmio.

Chiunque abbia acquistato VoipSempronio vuole qualcosa di valore incommensurabilmente più elevato della concessione di due telefonate, vuole noi, vuole i nostri dati, vuole le nostre abitudini. Il Grande Fratello ha sempre un volto molto comprensivo.

Microsoft acquista Skype. E io uso Voipstunt!

 263 total views

Skype è stata acquistata da Microsoft per una cifra adeguata.

Non mi pare sia esattamente una notizia di quelle che in Toscana si definiscono "da passarci un briscolino". Vuol dire che d’ora innanzi anche le nostre telefonate e i nostri contatti su Skype verranno gestiti in <mode Microsoft on>

Cioè con la stessa logica e la stessa etica con cui vengono trattate le nostre mail scaricate con Outlook Express, le nostre caselle di posta elettronica su Hotmail, i nostri file di testo su Word, i nostri calcoli e grafici su Excel, i nostri contatti su MSN e così via.

Non mi pare esattamente una prospettiva esaltante. Ed è un peccato perché avevo rianimato il mio account Skype da poco, con risultati incoraggianti.

Ma per telefonare per fortuna le alternative non mancano. Vale la pena dare un’occhiata a http://www.voipstunt.it e registrarsi. Le telefonate ai numeri  fissi italiani sono gratuite, gli SMS costano meno di 6 centesimi l’uno, ed è possibile inviarli anche facendo apparire il vostro tradizionale numero di cellulare al destinatario. Insomma, costa poco e funziona.

Voip al Ministero delle Infrastrutture – Antonio Di Pietro

 146 total views

Ho deciso di introdurre al Ministero delle Infrastrutture la modalità di comunicazione voce/dati detta Voip (Voice over IP).
Il Voip, la trasmissione della voce tramite il protocollo Internet, consente di annullare quasi del tutto i costi telefonici e molti operatori lo propongono da anni. Il vantaggio per lo Stato consiste nel taglio radicale dei costi.
Lo stesso cittadino potrà contattare in futuro gli uffici del Ministero via Voip senza pagare il costo della telefonata.
Vi manterrò informati sull’entità del risparmio e sul progetto che, in teoria, potrebbe essere applicato a qualunque amministrazione pubblica.

da: www.antoniodipietro.it