Il “Signor Garante della Privacy” e l’ignoranza di chi ha paura

Ho pubblicato oggi  il testo del provvedimento del Garante della Privacy che disciplina l’uso della sorveglianza attraverso le telecamere.

Qui un paio di opinioni e commenti. Credo dhe uno stato che sia disposto a far rinunciare i suoi cittadini alla privacy per un po’ di sicurezza non si meriti né privacy né sicurezza. In questo senso ha fatto bene il Garante a mettere dei paletti.

Apriti cielo e spalàncati terra, la gente reagisce perché vuole che la gente marcisca in galera e se non si possono più usare le telecamere per vedere chi entra e chi esce come si fa ad assicurare alla giustizia i malfattori? Già, perché per assicurare alla giustizia i malfattori si deve mettere in pericolo anche la riservatezza di chi non c’entra nulla. Bambini, ammalati, persone in carrozzella, amanti clandestini che passano, tutto ripreso, archiviato e schedato perché, si sa, ci sono i mariuoli che delinquono, eh, sì, bel discorso, come dire che siccome c’è qualcuno che lede i nostri diritti noi non possiamo più esercitarli, mi sembra ovvio.

La gente in Internet si sfoga commentando le notizie dei giornali, si sa, ed ecco un commento arrivato a "Repubblica" e rivolto al "Signor Garante" della Privacy.

Ora, chi glielo spiega a questa gente che pretende di avere la verità in tasca che il Garante della Privacy non è un signore ma un ufficio?

85 Views

Privacy e telecamere: il testo del Garante sulla videosorveglianza

Provvedimento in materia di videosorveglianza – 8 aprile 2010
(In corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale)

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vice presidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti e del dott. Daniele De Paoli, segretario generale reggente;

VISTO lo schema del provvedimento in materia di videosorveglianza approvato dal Garante il 22 dicembre 2009 e trasmesso al Ministero dell’Interno, all’Unione delle Province d’Italia (UPI) ed all’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), al fine di acquisirne preventivamente le specifiche valutazioni per i profili di competenza;

CONSIDERATE le osservazioni formulate dall’ ANCI con note del 25 febbraio 2010 (prot. n. 10/Area INSAP/AR/crc-10) e del 29 marzo 2010 (prot. n. 17/Area INSAP/AR/ar-10);

CONSIDERATE le osservazioni formulate dal Ministero dell’Interno con nota del 26 febbraio 2010;

VISTO il Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTE le osservazioni dell’Ufficio, formulate dal segretario generale ai sensi dell’art. 15 del regolamento n. 1/2000;

Relatore il prof. Francesco Pizzetti; Continua la lettura di Privacy e telecamere: il testo del Garante sulla videosorveglianza

165 Views