Addio a Lucia Mannucci del Quartetto Cetra

Reading Time: < 1 minute

Non ha avuto certo i funerali di Lucio Dalla. Non si è parlato del suo testamento, vero o presunto che sia, e la gente non si è stracciata le vesti per andare a tributare omaggi postumi virtuali alla sua persona.

Dell’aspetto sessuale della sua persona non si è mai parlato, era una di quelle donne che si sposano per tutta la vita. Con Virgilio Savona, compagno d’arte e di vita. E tanto basti.

Un dolore composto, un ricordo tenero e affettuoso come dovrebbero essere tutti i ricordi nei confronti delle persone che ci hanno dato tanto, ma tanto davvero.

Lucia Mannucci era l’ultima del Quartetto Cetra.

Gruppo straordinario, che ha attraversato epoche, generi, stili, tecnologie discografiche (penso siano passati dal 78 giri al Compact Disc con una naturalezza disarmante), sempre fingendo di interpretare generi leggeri, e mentre lo facevano, con grazia, con passione, amore, e quello stile un po’ d’antan che li contraddistingueva, dipingevano un affresco dell’Italia. Un acquarello che parlava di storie di tutti i giorni, di vecchi discorsi (come direbbe il Poeta) e di un concertino al chiar di luna sotto il balconcino nella vecchia fattoria.

Quartetto Cetra – Nella vecchia fattoria – le piu’ belle canzoni della nostra vita

Reading Time: < 1 minute

Vi prego di rivolgere un pensiero affettuoso a Antonio Virgilio Savona, componente del Quartetto Cetra, che se n’è andato, ingiustamente sottovalutato, due giorni fa.

Virgilio Savona era uno dei conoscitori più esperti della cosiddetta "canzone" italiana, di più, è stato musicista, arrangiatore, compositore, ha introdotto lo swing in Italia, ha lavorato a un disco con Giorgio Gaber e ha curato la collana de "I dischi dello Zodiaco", che pubblicò i lavori di Giovanna Marini, Paolo Pietrangeli e molti altri.

Savona, come tutte le persone dabbene, preferì considerare la sua sterminata cultura musicale come un fatto personale e dedicarsi al divertimento assieme ai Cetra, per i quali aveva rivisto non solo un repertorio originale, ma tutta una serie di tradizioni, fino a mettere le mani sulle canzoni per l’infanzia, riarrangiando "Nella vecchia fattoria" che fu considerata come una loro bandiera.

Il Quartetto Cetra ha inciso ininterrottamente dal 78 giri ai Compact Disc, sono molto più portatori di cultura italiana loro di Alessandro Baricco, su questo non ci sono dubbi.

Resta Lucia Mannucci. E resta l’immenso archivio di Vittorio Savona, che ci ha regalato momenti di parodia, divertimento e simpatia, -ia, -ia -oh…