Neverending story Melania: gli inquirenti ascolteranno la figlia di 18 mesi? (Eh?… Eh???)

Sì, certo, come no, è l’extrama ratio, la mossa che nessuno si aspetterebbe mai e che nessuno vorrebbe mai debba essere portata avanti, ma gli inquirenti che indagano sull’ennesimo pistolotto-telenovela interminabile, potrebbero anche battere la pista dell’audizione della figlia della vittima, una bambina di 18 mesi che chissà quali elementi fattivi potrà dare all’inchiesta, probabilmente qualche ciuccio sbavato, qualche bavaglio impataccato, un pannolino da cambiare e il contenitore vuoto in cui potrebbe venire perfino inserita questa ingiustizia per arrivare alla Giustizia, per giungere a un quadro accusatorio prima e probatorio poi che, finalmente, metta via l’unica realtà finora conclamata: non è stato cavato un ragno dal buco.
Solo che qui c’è di mezzo una bambina. Di diciotto mesi. E, con il dovuto rispetto (che si traduce spesso e volentieri nell’inevitabile dubbio), che si evitino completamente traumi a quell’età, è tutto da dimostrare, così come è da dimostrare che l’esito dell’audizione potrebbe dare una svolta decisiva verso l’individuazione del responsabile, perché c’è una bambina che ha perso la madre e già questo è un trauma, se poi andiamo a rischiare una situazione psicologica peggiore per scoprire che è stato il maggiordomo nel vestibolo con il candelabro siamo arrivati al capolinea.
63 Views

Chi ha ucciso Melania? (eh, son domande difficili, sa?…)

Sappiamo che hanno ritrovato l’anello di Melania, che il marito è stato interrogato tre volte, che forse gli sono state sequestrate le scarpe, anzi no, che l’assassino o gli assassini sono tornati sicuramente sul luogo del delitto per dare un’altra serie di coltellate post-mortem al cadavere della vittima, sappiamo che Melania aveva due schede sim e che suo marito stava con una che si chiamava Ludovica P. e che le aveva promesso di lasciare la moglie, sappiamo che Melania voleva tornare dalla madre, no, invece non era vero, sappiamo che l’amica del cuore ha fatto mettere a verbale una frase del tipo «Come posto più strano dove aveva fatto l’amore mi aveva indicato la camera da letto» (un gesto fine e rispettoso), sappiamo che forse Melania e il marito avevano fatto l’amore proprio lì dove è stata uccisa qualche giorno prima, ci hanno detto che il marito dopo essere stato interrogato per tre volte in un giorno aveva l’aria stanca, le coltellate erano 23, e lei aveva solo 29 anni, nel video lei camminava sempre avanti a lui, e lui camminava dietro, e come mai, e chi era la donna che ha visto il gestore del chiosco, e quello che ha telefonato, e com’è che la telecamera al centro di Teramo era fuori uso quando hanno telefonato dalla cabina, ma quando ce lo dicono chi l’ha ammazzata?
90 Views