Tag: Livorno

A scuola alle 10!

Reading Time: 2 minutes E così, l’ultima soluzione tirata fuori dal cilindro della scuola italiana per rendere più efficaci le ore di frequenza scolastica è questa: fare entrare gli alunni delle prime classi alle 10. L’esperimento sarà operativo -secondo quanto riportato da skuola.net- a partiure dal prosssimo mese di settembre e solo per alcune

Continua a leggere

Mamma Franca nominata Lady Facebook a Livorno

Reading Time: < 1 minute Salutiamo con profondo orgoglio l’elezione a Lady Facebook Livorno dell’immensa Mamma Franca e delle sue “volpe”. Che cosè il mito?? E’ savoir-faire, un bel cacciucchino, una pelliccia e dieci centimetri di toupé! “La pelliccia è un diritto di tutte le donne!”, “Sono onorata di voi!”, “Prezzi imbattibiloni!”, “La Toscana in

Continua a leggere

“Bella mi’ Livorno! Saòsa, l’hai bell’e detto du’ mestolate di ‘arcina e una pennellatina di bianco la rimetti su!” (Beppe Orlandi)

Reading Time: < 1 minute Bella mi’ Livorno perdavvero, basta che ti tolgano una “c” e sei finita, svilita, affranta, incaprettata in una costrizione linguistica di romana provenienza che trasforma il “Cacciucco” (maiuscolo, sissignori, è categoria dello spirito!) in un “caciucco” da due lire. Ma i giornali si fanno vanto del loro stesso massacrarti, e

Continua a leggere

“Avanti popolo, alla mignotta”. Documenti dal cinema Jolly di Livorno

Reading Time: < 1 minute Sono grato ad Alessandra Falca per questa segnalazione. Il Cinema Jolly a Livorno è conosciuto (anche) col nome di ex Teatro Margherita (c’era sempre un Teatro Margherita, come c’è sempre una pizza Margherita, come c’è sempre una torta Margherita. Il ponce Margherita no, non c’è.) ma soprattutto come cinema a

Continua a leggere

Pisorno? No, grazie!

Reading Time: 2 minutes E’ pietoso leggere i giornali, vedere di questo riaccorpamento, riassestamento, rimescolamento, redistribuzione o come lo si ri-voglia chiamare delle province italiane e vedere come modello di questa nova, felice e risparmiosa convivenza delle genti quella parola orrenda e impronunciabile che i giornalisti hanno tirato di nuovo fuori dagli armadi di

Continua a leggere

C’era un prete sulla Costa Concordia: scoperto da Facebook e additato dalla stampa

Reading Time: 3 minutes Come sempre il sonno della ragione genera mostri e generare mostri sembra essere l’attività principale di certa stampa distratta e annoiata che cerca di far passare per "notizia" (ovvero per evento degno di essere portato a conoscenza di tutti, con dovizia di particolari, possibilmente inutili) quello che "notizia" non è,

Continua a leggere

Vorremmo tutti essere il Comandante De Falco e siamo tutti il Comandante Schettino

Reading Time: 2 minutes Dobbiamo confessarcelo, in queste ore vorremmo essere tutti il Capitano De Falco. Vorremmo avere comando, piglio deciso, vorremo sgamare qualche capitano che cerca di dàrsela a gambe, vorremmo poter richiamare qualche nostro sottoposto al proprio dovere, ma soprattutto vorremmo tutti avere un sottoposto, vorremmo tutti pronunciare una frase sanguigna nel

Continua a leggere

Sotto Costa: analisi e disamina della retorica dell'”errore umano”

Reading Time: 2 minutes Ancora una volta il pensiero collettivo, attraverso quello della stampa nazionale, si sta perdendo dietro un groviglio imperdonabile di parole, categorie e banalizzazioni successive. E’ per questo che come illustrazione per questo pezzo ho scelto un giornale straniero.Perché non si fa altro che parlare di "errore umano". Che è un modo

Continua a leggere

Capodanno & Maiuscole

Reading Time: < 1 minute (Livorno: Roba bella)   Questa storia del Capodanno, auguri, auguri, balletti, tappi di spumante, fischi, raudi, petardi, bombe di Maradona (che ora non vanno nemmen più di moda, c’è la bomba-spread che vi fa scoppiare direttamente il conto corrente), trenini, macarena, coriandoli, lingue di menelicche, cappellini da imbecilli, cenoni di

Continua a leggere

Livorno: decidono di abortire, ma la comunita’ parrocchiale di Padre Nike adotta il bambino

Reading Time: 2 minutes Succede a Livorno, nel quartriere “La Rosa”, una volta roccaforte della sinistra più ortodossa e tradizionalista (quella che metteva a tavola i bicchieri con la falce e il martello dorati, secondo un copione da socialismo reale “de noàntri”), oggi quartiere in leggera controtendenza ideologica: loro sono una coppia di sposi

Continua a leggere