L’acquavite “Gratte-Cul”

Reading Time: < 1 minute

 222 total views,  2 views today

Mi dichiaro formalmente e reverenzialmente debitore al nostro sempiternamente affezionatissimo (e laido) lettore Caciagli Edo (o Baluganti Ampelio), che, di vacanza in Alsazia (circostanza di cui mena vanto, sussiego ed alterigia imperituri), nelle sue oziose giornate di diporto, trova anche il tempo di mandarmi delle stronzat… pregevolissime icone che tosto ripubblico.

L’acquavite "Gratte Cul" deve avere effetti assolutamente taumaturgici sul sistema venoso e capillare periferico, sostituendosi, nei problemi di maggiore irritazione, all’efficacia dei flavonoidi, categoria di farmaci di cui il Baluganti (Caciagli?) fa massiccio uso ne’ frequenti casi di prolasso emorroidale da cui è infelicemente affetto.

Sono ancora qui a ringraziarlo per averci reso edotto della sua rigeneratrice scoperta.

Lu cumpleann’ de lu cumpare

Reading Time: < 1 minute

 108 total views

Ero or ora intento nella consultazione dell’edizione Braccini del canzoniere dell’imprescindibile trovatore Rigaut de Barbezieux (o "Barbezilh", secondo la lingua d’oc), quando mi sovvien di colpo (cospettone!) che il blog di valeriodistefano puntocò non ha provveduto a dare i degni riguardi ai festeggiamenti del genetliaco del nostro affezionatissimo lettore Barbeschi Ivonne, che qui vediamo in una delle sue pose più riuscite.

Al Barbeschi, alla di lui consorte, nonché MIA commara, alla ligia prole e al cane Birillo, vada l’augusto augurio di tutti noi della redazione, a cui si associano riverenti, ma anche un po’ sussiegose, le vallette Beppe e Chomsky.

Le foto dei nostri lettori: Buon Compleanno Emma!

Reading Time: < 1 minute

 134 total views,  1 views today

Questa foto ritrae una delle lettrici più affezionate e stakanoviste del blog, alla vigilia dell’inizio della sua nuova attività di maestra nel ricco Nord Est (ricco soprattutto di ignoranza).

Ancora oggi (ed è passato qualche tempo, giusto un giro di sveglia appena appena), prima di recarsi al lavoro, dopo essersi alzata alle 5,30, Emma accende il computer e legge valeriodistefano puntocò.

Immagino che il più delle volte non gliene freghi un accidente di niente di quello che scrivo, altre volte, mi ha confessato, ci si sbudella dalle risate. Poi si butta anche lei nelle melme della scuola italiana.

Oggi è il suo compleanno, e questo mi è sembrato un modo carino e non troppo serio per festeggiarla.

Un significato da cani

Reading Time: < 1 minute

 291 total views,  2 views today

Per spiegare la distinzione fra "significante" e "significato" ho invitato i ragazzi a disegnare un cane alla lavagna.

Ne è venuto fuori questo graffito degno delle grotte di Lascaux che ho fatto in tempo a riprodurre fotograficamente:

Bomba Carta (forse!)

Reading Time: < 1 minute

 378 total views



E ora, per la serie degli ammiratori incalliti, nonché lettori fedelissimi del blog valeriodistefano.com, ecco una istantanea che non esiteremmo a intitolare "Monna Lisa".

Nell’istantanea è ritratto il pio Papanti Ofelio (Falaschi da signorino), segno zodiacale Croce Rossa, mentre è intento a maneggiare una boNNNNba a mano nel malcelato tentativo di camuffarla da regalo di compleanno.

Al Santo Papanti, vadano le grazie della Redazione di valeriodistefano puntocò.

Chi l’ha visto??

Reading Time: < 1 minute

 187 total views



E ci giunge or ora notizia che è scomparso, mentre andava a comprarsi due etti e mezzo di torta per merenda e mezzo sfilatino di francese (perché la torta, da sé, si sa che mette stoppaccio) il 72enne Baccelli Ugo detto Fernanda, segno zodiacale Manfruito, segni particolari calvizie malcelata.

Ecco il Crisanti (ma non era il Baccelli? Mah…) in una recente (recente?) immagine. dei tempi in cui  era fidanzato in casa con Giusva Fioravanti. Chi l’abbia visto, prima ancora di svenire per lo sgomento, faccia il favore di avvertire la moglie Risaliti Bruno, chè se no sta tanto in pensiero…

Versione audio per i ciechi:

Anche Nicola Vizioli e’ venuto a leggersi valeriodistefano.com (a casa mia!)

Reading Time: < 1 minute

 179 total views

Amici dal 1994 ed eccoci ancora qui, nonostante la distanza, come due bischeri, a ritrovarci a cazzeggiare. A dire la verità Nicola valeriodistefano.com asserisce di non leggerlo, sposando in pieno le tesi del Preconcezionismo Natoniano, ma meno male ci pensa quella santa donna a riempirlo di imperiture mazzate sulla testa, e accidenti a quelle che vanno di fuori…


Questo e’ un post "precotto", cioè programmato per essere visualizzato anche in mia assenza. Io in realtà sono in Portogallo e se non cade l’aereo vi vo’ un bel pezzo in tasca a tutti.

Album di nozze

Reading Time: < 1 minute

 106 total views

Sei una donna moderna e dinamica?
Stai per sposarti ma non sai cosa regalare al tuo lui?
Se tempo stringe ma vorresti comunque fargli presente che nonostante gli impegni sei sempre un gran

TROIONE(Tm)

affidati all’agenzia Londinese FYEO Portraits, e con sole 100 sterline (una bazzecola per una come te!) potrai prenotare un album fotografico con tutte le tue più riuscite pose da ZOCCOL… per dimostrargli anche fuori dal letto che anche tu avresti potuto diventare Ministro delle Pari Opportunità.

Fallo felice con un paio di corna prima ancora che egli ti impalmi con il tuo incondizionato SI’, e fallo sentire al centro della tua attenzione lasciandogli pensare a come hai espresso il meglio di te (Tegame!) davanti al fotografo.

Perché anche nel giorno del tuo matrimonio, un TROIONE(Tm) è per sempre.


PS: L’agenzia FYEO Portraits di Londra esiste sul serio. Ed effettua davvero servizi fotografici di questo tipo per 100 sterline ad album. La notizia è sull’organo ufficiale della Santa Sede Repubblica.it al link

http://www.repubblica.it/2006/08/gallerie/gente/casalinghe-modelle/1.html

La foto vincitrice del concorso “Io leggo valeriodistefano.com”

Reading Time: < 1 minute

 135 total views

Poiché non è d’uopo andar perdendo speranze come se fossero penne Bic Crystal nere (chè difatti ne perdo a betoniere intere e quando devo firmare sul registro tiro giù un santo al giorno dal calendario) o banconote da venti euri (è plurale!), nel precipuo istante in cui vagavo ramingo nell’attesa che qualche beltade m’inviasse la disiata imago da inserire nella testata (e di testate gliene darei volentieri parecchie a luilì, sì, tanto ce l’ha piccina la zuba!!) del qui presente blog, ecco che il nostro lettore Baluganti Ampelio (o Caciagli Edo) c’invia questo scatto realizzato dalla solerte coniuge Bramanti Maila (o Santini Marusca).

Anzitempo che m’azzardi a conciarlo a dovere, e a riporre l’icona del succitato Costaglioli Nedo tra quelle del suo degno predecessore Giovanni Razzo 16 e la sua allieva prediletta Barbara Colombacci, di modo che ciascheduno abbia a trarre benefici effluvii dalla sua visione, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete, e strizzoni di pancia da colite spastica, v’illumino volentieri con quest’anteprima che illustra, pria che l’erbe inaridisca il verno, la fragile essenza della figurina minuta del compianto Bernardeschi Loris (o Catarsi Eraldo).

Io leggo valeriodistefano.com! Concorsino fotografico (inutile!)

Reading Time: < 1 minute

 194 total views

– Sei un lettore o, più auspicabilmente e sfacciatamente, una lettrice del blog di valeriodistefano.com (questo)?
– Vorresti essere testimonial del blog mettendoci la tua faccia?
– Ti piacerebbe che la tua foto venisse pubblicata sulla testata del blog con la scritta "Io invece leggo valeriodistefano.com", in contrasto con quella dei personaggi sinistri (sì, anche Marco Travaglio e Nanni Moretti) che dichiarano, tronfi ed orgogliosi, di non leggerlo?

No? Ti capisco, nemmeno io vorrei mai apparire su un blog come il mio.

Ma se hai vinto ogni pudore, sfidando ogni decenza e convenzione sociale, appalesati, mostrati, renditi visibile.

Potrai anche tu renderti PROTAGONISTA® di un bel niente, ma a costo zero.

Inviami una tua foto all’indirizzo:

fotoblog@valeriodistefano.com

oppure via MMS al numero 340 0685260

senza omettere di assumere una posa sussiegosa, supponente e tronfia prima dello scatto, e se è adatta alla pubblicazione, diventerà testata portante di questo neurodelirio digitale, con tanto di nome e cognome. O nickname (anche se sarebbe meglio di no, che senso ha metterci la faccia, se no?)

Non dimenticarti una piccola autorizzazione alla pubblicazione e, soprattutto, se sei minorenne o un/a mio/a alunno/a non dimenticarti di fermarti qui e non farne di niente (ci vuole l’autorizzazione dei genitori!)

Ora concediti pure il tuo momento di gloria imperitura nel mondo del cyberspazio!

La Domenica del Compare

Reading Time: < 1 minute

 204 total views

Devo alla sempiterna e melmosa devozione del pio Frengo detto Fratello Cumpare presso il convento dei Frati Passionisti di San Zoccolo a Majella questa preziosa imago che arricchisce la vieppiù nojosa iconografia del sito (o sitarello).

Nel dagherrotipo, intitolato "Piedi Lerci", si nota il beato e  venerato Papanti Ampelio fu Bòbi, che perse un molare e due pezzetti d’unghia alla Battaglia di Santa Impalata in Vernecchia.

Si noti l’ispanica iscrizione ch’egli mena seco sul petto, motto indomito di tante crociate, ma s’abbia soprattutto a  cuore il mirare gl’istromenti tecnologici di cui il beato Papanti va tronfio, fiero e sussiegoso, un cellulare blu di ultimissima generazione un orologio Seiko (o Bvlova) a carburo e la cordicella per gli occhiali, senza la quale il Papanti non esce nemmeno di casa, prodigandosi in puntigliosi riti propiziatorii e scaramantici.

L’indiano

Reading Time: < 1 minute

 472 total views,  2 views today

…che poi uno dice "Cosa ci sei andato a fare a Londra?"

Semplice, a leggere il "Sunday Telegraph" e a vestirmi da indiano.

Dèccovi dunque codesta istantanea che mi ritrae nella hall dell’albergo nell’attesa del taxi in pandjabi indiano (puro Terital, miga bàe!) mentre sfoglio inutilmente un giornale inglese.

Il vestito, a dire il vero, è più bello. In compenso l’istantanea è stata pietosa con il soggetto che lo veste, e questo è l’importante.

Fare l’indiano per un giorno comporta tutta una serie di conseguenze, come i bambini che ti guardano strano nella Breakfast Room dell’Hotel, mentre i loro genitori il giorno dopo ti vedono ingurgitare dosi industriali di bacon in abiti occidentali e si chiedono "Ma questo non era indiano ieri? E gli indiani non dovrebbero essere vegetariani?? E allora perché si rigoverna quelle betoniere di pancetta arrostita???" Oppure ti capita un taxista pakistano che ti scambia per indiano vero e pensa a come menartele di santa ragione.

Una polo e un paio di pantaloncini possono evitare tanti problemi di misunderstanding, è per questo che alla gente piace tanto omologarsi.

[Nota per le persone colte e i livornesi (**): Boia dé, e faccio caà’ per burletta!!]

(**) a volte coincidono!