Fondazione Open: iniziano le indagini sui PC e sugli smartphone sequestrati. Tra le parole chiave “Lotti” e “Boschi”

Reading Time: < 1 minute

I computer e gli smartphone che sono stati sequestrati ai responsabili della Fondazione Open (che ha sostenuto e finanziato le iniziative politiche del leader di Italia Viva Matteo Renzi) dalla Guardia di Finanza lo scorso 26 novembre, saranno sottoposti al vaglio di un perito informatico che cercherà, tra le altre cose, e secondo quello che riferisce un trafiletto del Corriere della Sera, la presenza delle parole “Lotti” e “Boschi” assieme ad altre parole più generiche come “emendamento”, “legge”, “norma”, “contributo” all’interno della memoria fissa dei dispositivi.