La grande Medusa

Reading Time: < 1 minute

Il grande Sorrentino, sotto il beneplacito dei grande Fellini, del grande Maradona e dei grandissimi Talkin’ Heads, è arrivato con una grande 500 a ricevere il grande applauso per aver rappresentato filmicamente una grande Italia e avere distribuito il suo lavoro con la “Medusa”, così il grandissimo Innominato ci guadagna qualche cosina anche lui a vendere il Made in Italy all’estero, e si piglia la briga di farlo vedere all’universa Italietta becero-comunista stasera su Canale 5, chè un po’ di grande pubblicità male non fa nemmeno lei, date retta.

La grande bellezza dell’oblio

Reading Time: < 1 minute

Oggi l’arma di distrazione di massa è l’Oscar a Sorrentino.

Così, per un momento, non ci ricordiamo -a puro titolo di esempio- delle pressioni sulla stampa calabrese per ritardare l’uscita di una notizia e del fatto che, al rifiuto, le rotative hanno improvvisamente smesso di funzionare, ma, soprattutto, dell’assordante silenzio che il Governo del Paese -impegnato com’è a sfornare una riforma al mese- ha riservato alla notizia.

Eh sì, Sorrentino ce l’ha fatta, ha vinto l’Oscar e noi siamo tutti contenti di questo straordinario nulla informativo, e anche se Putin si prende la Crimea noi nulla, mettiamo in primo piano la notizia che Sorrentino ha ringraziato Maradona.

“La grande bellezza” è questa. E’ ballare sulle note di Raffaella Carrà sulle brutturie del Paese e sentirci, nonostante questo, inutilmente orgogliosi di essere italiani.