Storie di Libri – David H. Lawrence – Figli e amanti

La BUR era questa.

Coi volumini grigini, di piccolo formato, una raccolta veramente "universale" e degna del suo nome, con titoli che non si trovano più, e con un senso antico che nelle nuove edizioni è difficile da rintracciare.

Trovai "Figli e amanti" di Lawrence in una libreria di Pisa, con rispetto parlando, a 2500 lire a volume. Comprai anche "Zanna Bianca" e  "Martin Eden" di London, nonché "La Monaca" di Diderot (ne regalai una copia a un amico che aveva una fidanzata cattolica) e l’"Elogio in morte di Madonna Fiammetta" del Boccaccio.

E’ solo una traccia per far vedere come poteva essere la BUR allora. Ho anche qualche volumetto rilegato in tela blu, ma devo dire che il fascino del cartone grigio non mi ha mai abbandonato.
38 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.