Storica sentenza del TAR del Lazio contro il Ministero della Salute e l’AIFA

Reading Time: 2 minutes

 56 total views,  5 views today

Fabrizio Salvucci, Giuseppe Giorgio Stramezzi, Riccardo Szumsky e Luca Poretti hanno proposto ricorso innanzi al TAR contro la nota AIFA del 9 dicembre 2020 a proposito di “principi di gestione dei casi Covid-19 nel setting domiciliare“.

Si legge nella sentenza:

“Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha pronunciato la presente ordinanza per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, della nota AIFA del 9 dicembre 2020 (…) nella parte in cui nei primi giorni di malattia da Sars-covid prevede unicamente una ‘vigilante attesa‘ e somministrazione di fans e paracetamolo, e nella parte in cui pone indicazioni di non utilizzo di tutti i farmaci generalmente utilizzati dai medici di medicina generale per i pazienti affetti da covid”.

In breve, ogni medico potrà prescrivere in scienza e coscienza (cioè nel sapere e nel sentire) i farmaci che ritiene più opportuni, di caso in caso, per ogni singolo paziente, anziché FANS e paracetamolo come previsto dai protocolli ministeriali.

Ecco le dichiarazioni del Dott. Andrea Stramezzi, Medico Chirurgo e volontario del gruppo ‘Medici Covid19’ rilasciate alla trasmissione “Un giorno speciale” dell’emittente radiofonica Radio Radio:

“La sentenza è splendida. Il giudice evidentemente ha ragionato. La sentenza è fantastica perché va oltre il problema del Covid: sancisce che non si può vietare l’utilizzo dei farmaci normalmente utilizzati in terapia ai medici. Un medico ha il diritto-dovere di utilizzare i farmaci che ritiene più adatti a quel paziente in quel momento. Questo è fondamentale.

Poi c’è la parte della vigile attesa: si sancisce che non si deve attendere. I malati si curano, non si lasciano da soli abbandonati a casa in attesa che diventino gravi. È una sentenza storica. Ovviamente è una sospensione temporanea in attesa del giudizio di merito, ma l’udienza è fissata a luglio. È ovvio che non andrà mai in udienza, perché il Prof. Palù sta già preparando delle nuove linee guida e a luglio non ci sarà più la norma. Abbiamo vinto, è per questo che è una sentenza storica”.

Trovate l’intera trasmissione di Radio Radio qui:

Mentre qui trovate il testo dell’ordinanza del TAR che dà torto a l Ministero della Salute e all’AIFA, costituitesi in giudizio, e legalmente rappresentate dall’Avvocatura Generale dello Stato.

Download (PDF, 143KB)