Sergio De Gregorio salvato dagli arresti domiliari al Senato

Il Senato, dunque, ha salvato Sergio De Gregorio, nonostante che nelle dichiarazioni di voto tutti i gruppi parlamentari, tranne quello del PDL, avessero annunciato il loro parere conforme alla giunta per le autorizzazione a procedere di concedere gli arresti domiciliari.

Dunque, Sergio De Gregorio, già in quota Italia dei Valori e passato al PDL, è stato salvato dal voto segreto, che, pure, tra gli altri, la senatrice Anna Finocchiaro, con molta, ma con molta tranquillità, e quasi con atteggiamento dimesso,  aveva chiesto non venisse eseguito.

Quindi, se nell’ufficialità dell’aula tuonavano interventi di mancanza di “fumus persecutionis”, per cui “visto, si proceda”, nel segreto i parlamentari, evidentemente schierati in maniera trasversale, hanno deciso che un cittadino qualsiasi, con le stesse accuse, può essere tranquillamente posto agli arresti domiciliari, ma che De Gregorio debba restare un uomo libero.

La politica sta prendendo la sua rivincita.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site