Samba per Diego Armando Maradona

E piange, Diego Armando Maradona. Piange la sua barba imbiancata, piange il suo fisico taricone un po’ invecchiato su espressioni da fuori di testa davanti alle telecamere e analisi del doping, piange lo scugnizzo che lascia figli illegittimi in giro per il mondo, piange lui ch’è ‘cchiù ‘mmeglio ‘e Pelè, gonfiato di coca mille volte, mille volte nella polvere e mille volte sugli altari della resurrezione e dell’oblio, piangono i suoi vestiti grigi e impacciati da imperfetto neo-borghese, piange la Vírgen del Rosario che si porta attorcigliata tra le mani, monile non da cadaveri di quotidiana sepoltura ma da speranza di straordinario riscatto, piange chi novanta minuti prima era proiettato verso la categoria dei semidèi e che si è ritrovato ad essere cancellato dalla storia per quattro schiaffi in padella serviti impeccabilmente, non vittoria né sconfitta, bensì umiliazione, e allora lo sbaglio è suo, solo suo, come il pianto che paccheggiava ai suoi giocatori, ¡anda, un beso…!, come quello che ti consola per aver preso quattro legnate dai campioni del mondo ma non basta al mondo a far credere che sei ridiventato, al di là di tutto, un uomo normale.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site