Rutelio strikes again: il Copasir vuole gli atti del processo sull’omicidio di Paolo Borsellino

Rieccolo, dunque, Rutelio, con il suo fisico tarzànico e con la sua Jane a fianco (i più pruriginosi tra i miei affezionati lettori avranno senz’altro notato la trasparenza del costumino della Palombelli, ma non è un bello spettacolo!) a rivendicare il suo ritorno sul palcoscenico della vita quotidiana del nostro martoriato paese.

Non lo fa certo da politico, del resto come potrebbe, povera stella, bensì come presidente del Copasir, il comitato Parlamentare dei Servizi Segreti (lo sapevate che svolge questa funzione? Io no, e non se lo fila per niente nemmeno Wikipedia, il che è tutto dire…) il quale, audite audite, ha sentito il Procuratore della Repubblica di Caltanissetta e, dopo aver parlato con Giuseppe Pisanu, in un summit al limite dell’inciucio politico, ha deciso che probabilmente sia aveva sentore, sì, insomma, si sospetta, quasi si direbbe, ci sono voci che riferiscono, si potrebbe perfino essere autorizzati ad affermare, sia pure con una certa cautela, che dietro all’omicidio di Paolo Borsellino e alla strage di Via D’Amelio potrebbero esserci i servizi segreti e una sorta dik collaborazionismo tra mafia e stato.

In breve, dal 1992 ad oggi ci è arrivato anche lui, e chissà che prima o poi non si renda conto anche che hanno inventato il classico buco nell’acquaio (il "bùo alla ‘onca" di labronica memoria) che serve per far scorrere l’acqua nelle fogne…

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site