Roseto Opera Prima 2010: and the winner is… “Dieci inverni” di Valerio Mieli

(Tonino Valerii, organizzatore della rassegna "Roseto Opera Prima" in una sua espressione)

Alla fine, poi, non ve l’ho detto, il Primo premio del concorso cinematografico "Roseto Opera Prima" l’ha vinto "Dieci inverni" di Valerio Mieli.

Diciamocela tutta, non è stato un gran che, e, personalmente, ho rifiutato gentilmente ma fermamente l’invito a partecipare alla premiazione con tanto di giuria sul palco, scrosci di nattimani, sindaco con fascia tricolore, valletta-presentatrice, frizzi, làzzi, triccheballàcche, ricchi premi e cotillons, vénghino siòri vénghino…

Soprattutto perché mi ha dato profondamente fastidio che il regista non sia venuto alla sera della proiezione, serata di pioggia battente mostruosa, proiezione al cinema al chiuso, sì, ma il pubblico è venuto e ha pagato il biglietto normalmente, la giuria era lì con golfini rossi, giacche, felpe, maglioncini sulle spalle, ma c’era. Il regista no. Però, poi, a ritirare il premio in denaro e come se c’è venuto…

Non ho votato "Dieci inverni" e sono convito, a tutt’oggi, di aver fatto la cosa giusta. Ma più che ci penso e più che l’impressione sgradevole della visione si stia dissipando, in fondo è un film con un finale lieto, certo, un tantinellino sospirato ma, comunque, lieto, ed è bello quando tutti vissero felici e contenti, anche se ci misero dieci inverni e d’inverno fa assai freddino.

E’ uno di quei film che alla fine uno applaude perché fa il tifo per l’amore e per la capacità che hanno i protagonisti di dirsi le cose. Oggi non ci si dice più nulla e mi viene in mente che il regista sia stato perfino un po’ ottimista nel prevedere dieci inverni come tempi di risoluzione delle questioni Amorose con la A maiuscola, ma del resto aveva a disposizione due ore di girato e anche lui avrà dovuto fare delle scelte (questa delle "scelte" registiche è stato un tormentone della giuria, basta dire che una cosa non è coerente e tutti ti dicono: "E’ una scelta del regista!" e va beh…).

Non parteciperò alle prossime edizioni, ritenendo chiusa qui la mia attività di critioc cinematografico e stroncator di giovani virgulti della macchina da presa.

Che ci pensi qualcun altro, le cose, per avere un senso, devono finire. Certo, magari dopo tre anni, non subito.

E va beh, deuìmmeris…

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site