Rinnovata la convenzione statale con Radio Radicale

Ricevo e pubblico (volentieri? Non volentieri? Fatevi i cazzi vostri e leggete, se vi va!)

Valerio Di Stefano,

con la pubblicazione del decreto legge "milleproroghe" in gazzetta ufficiale il 30 dicembre scorso si è conclusa questa fase della difficile vicenda del rinnovo della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Centro di Produzione Spa per la trasmissione delle sedute parlamentari.

La durata della convenzione è stata ridotta da tre a due anni e l’importo da 10 milioni di euro a 9,9 milioni di euro l’anno.

Essendo un decreto legge dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni dal Parlamento.

La riduzione del corrispettivo, di per se limitata, si va però ad aggiungere al mancato adeguamento dell’importo all’aumento dei costi dell’ultimo triennio mentre la riduzione della durata impedisce di fatto qualsiasi programmazione degli investimenti.

Nonostante questo riteniamo che, aver ottenuto il risultato in queste difficilissime condizioni, sia stato un grande successo  reso possibile anche e soprattutto da quanti, come te, hanno deciso di sostenerci senza esitazioni e con forza.

Ti chiediamo di continuare a farlo in vista delle prossime scadenze, in primo luogo per la fase di conversione in legge del decreto ed in vista delle prossime iniziative che intendiamo prendere per evitare che tra 24 mesi la situazione si ripresenti nelle stesse condizioni.

Con l’occasione ti inviamo i nostri più cari auguri di un felice anno 2010.

la redazione e i tecnici di Radio Radicale
100 Views

Commenti

commenti

Un pensiero riguardo “Rinnovata la convenzione statale con Radio Radicale

  1. CinghialeMannaro

    Abbi pazienza, ‘sti tizi prendono trevirgolatre milioni di euro all’anno dallo Stato per fare… cosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.