Regione Puglia: indagato Nichi Vendola per concorso in abuso di ufficio

Allora anche Nichi Vendola è stato indagato. L’accusa è di concorso in abuso d’ufficio.
Lui dice che è tutto frutto di un “risentimento”.

Del resto i leghisti parlano di “complotto”. Berlusconi di “accanimento giudiziario” e di “toghe rosse”.

Non sono più i tempi in cui Primo Greganti, il “compagno G.” diceva ai cronisti che lo intervistavano “hanno cercato di farmi perdere il buonumore”.

E allora io spero una cosa. Anzi, la auguro.

Auguro a Lusi, a Belsito, a Berlusconi, a Vendola, a tutti i politici indagati, processati (a qualunque stadio sia il fascicolo che li riguarda e qualunque sia la loro posizione giudiziaria) di essere prosciolti dalle accuse secondo la legge. Nel merito, con un non luogo a procedere, con la richiesta di archiviazione, con ogni legittimo diritto della loro sacrosanta e innegabile difesa.

Perché io questa gente voglio vederla in faccia e batterla sul terreno delle idee. Voglio vederla azzerarsi perché ha contribuito a creare una politica fallimentare fatta di clientelismi e festini, non perché una magistratura ligia al dovere li disarciona in corsa a suon di avvisi di garanzia e rinvii a giudizio.

Li voglio innocenti. E perdenti.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.