Quindici uomini sulla cassa di valeriodistefano.com

Tra le ragioni che mi hanno spinto, nella giornata di ieri, a scrivere un post in cui dichiaravo lo "stop" temporaneo del blog, possiamo dirlo, c’è un’intrusione da parte dei soliti, ignoti, rompicoglioni e cagacazzi pirati informatici.

Va bene, ora lo sapete.

L’intrusione non è stata grave, come prevedevo inizialmente (quando me ne sono accorto ho pensato alla catastrofe, sarà il mio carattere apocalittico, sarà che mi giravano fortemente i coglioni), ed è stata linitata alla sola modifica della pagina HTML che fa da "scheletro" al blog, per cui ad ogni apertura c’era un codice che o faceva guadagnar quattrini a qualcun altro o cercava di raccogliere dati su chi si collegava. Sono solo supposizioni, beninteso.

Pensavo che tutto il dominio fosse infestato da questa robaccia, invece è infestata solo dalla pubblicità che ci ho messo io, noiosa, se si vuole, ma tutto lì.

Il codice è stato rimosso, le password cambiate, e all’apparato testicolare è stato applicato un freno nuovo di zecca.

Mi chiedo chi è che possa avere interesse a "forzare" un blog che definire di nicchia è perfino dir troppo, ma debbo arrendermi all’evidenza.

E tutto sommato non mi dispiace nemmeno.
64 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.