Quest’anno m’illumino lo stesso, ma senza il Senato della Repubblica

Reading Time: < 1 minute

"M’illumino di meno" è l’iniziativa della trasmissione radiofonica Caterpillar (su Radio 2 Rai, alle 18,00 di ogni giorno, sabato e domenica esclusi).

Una giornata dedicata al risparmio energetico, ottenuto spegnendo una lampadina, una fonte di energia, oppure non utilizzando cose perfettamente inutili, come gli stand-by delle apparecchiature elettroniche (dal lettore DVD alla TV, dal caricabatterie del cellulare lasciato nella presa elettrica anche se non serve al ricevitore satellitare che uno si dimentica sempre e perennemente acceso).

Lodevolissima iniziativa. Che, come è d’uopo, viene regolarmente pilotata dai nostri politici, tanto che il Senato della Repubblica, ha aderito preannunciando di spegnere l’illuminazione esterna di Palazzo Madama.

No, dico, il Senato della Repubblica. Lo stesso in cui Quagliariello ha dato in escandescenze, in cui Gasparri ha attaccato la Presidenza della Repubblica, in cui si è consumato lo strappo istituzionale più grave della nostra storia recente.

Ho molto rispetto per l’iniziativa di Cirri e Solibello, conduttori esilaranti e pungenti.

Ma l’aderire a una iniziativa a cui partecipa il Senato della Repubblica mi mette una certa inquietudine. Preferisco consumare lo stesso e cercare di risparmiare come posso per tutti gli altri giorni, se i miei compagni di risparmio sono questa Camera Alta in cui il senso istituzionale (e, conseguentemente, quello etico) è andato a farsi benedire (dal Papa, naturalmente).

L’iniziativa è prevista per domani, 13 febbraio. Io cercherò di risparmiare in tutto il resto dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.