Quelli che tifano Argentina perché loro i crucchi non li possono soffrire, oh yeah…

Diciamoci la verità, quelli che hanno tifato Argentina nella finale del Campionato del Mondo di calcio non hanno supportato la squadra di Messi per una innata e spontanea simpatia nei confronti dell'”albiceleste”, visto che oltretutto quella era la prima volta che usavano questo termine. L’hanno fatto per una altrettanto radicata antipatia nei confronti dei tedeschi e del modello germanico in generale.

I tedeschi dovevano perdere non perché non siano arrivati in finale almeno allo stesso modo in cui ci sono arrivati i bonaerensi (tiè, le so anch’io le parole difficili), ma perché sono bravi.

Hanno giocato un calcio onesto ed efficace, sono arrivati in Brasile senza troppi strombazzamenti, hanno fatto il loro campionato sul campo e non sulle conferenze stampa, hanno messo un bestione in porta che dà più sicurezza di una saracinesca, il loro allenatore non se la tira esultando su e giù per la panchina. In breve, hanno fatto quello che non hanno fatto gli altri: hanno giocato. E, naturalmente, per questo devono perdere. Si sono permessi di umiliare una squadra come il Brasile, che era quella che DOVEVA vincere PER FORZA questo mondiale e no, non si può essere più forti del Brasile, non ci si può permettere di sconvolgere le aspettative di un paese e del mondo intero, perché se no poi la gente piange.

E poi, diciamocelo francamente, i tedeschi ci stanno sui cabasisi perché hanno un’economia che funziona. Ma come si permettono di essersi rialzati da due guerre mondiali e aver ricostruito il loro sistema economico e produttivo passettino dopo passettino? Come possono permettersi il lusso di andare un giro più di 10 anni con la stessa autovettura quando noi dopo 3-4 anni la cambiamo perché “è vecchia”?? E osano perfino chiedere scusa e girarsi dall’altra parte per non disturbare mentre rispondono al cellulare, quei crucchi della malasorte. Non è possibile! Quando si risponde al cellulare lo si fa interrompendo la conversazione in atto e parlando forte in modo da farsi sentire da tutti e far vedfere che noi il cellulare ce l’abbiamo.

Ci stanno sulle palle i tedeschi perché per loro le regole sono fatte per vivere meglio, mentre per noi sono fatte per essere infrante se no non siamo i più bravi, i più furbi e i più scaltri.

E la vittoria della Germania mette in crisi tutto questo e molto altro. Chi ha tifato Argentina per tifare contro i tedeschi non ha tifato PER una squadra, ma ha tifato CONTRO la possibilità concreta di essere felici e di essere onesti.

Un po’ di vergogna no, nevvero??

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • Baluganti Ampelio  On 14 Luglio 2014 at 18:06

    “Un po’ di vergogna no, nevvero??”

    Certo, sopratutto per quel ‘l’anno fatto’, che somiglia tanto a ‘l’anno scorso’.

    Augvrando Fortory E Dispiacery, supponentemente saluto.

    Baluganti Ampelio

  • Fabio Montale  On 15 Luglio 2014 at 18:20

    Non diciamo cazzate! Ho fatto il tifo per l’Argentina perché c’erano 3 interisti (anche se solo uno ha giocato un pezzo di finale). Poi, anche chi non tifa per l’Inter (o per altre squadre in cui giocano o hanno giocato gli argentini presenti al mondiale) sa che mezza Argentina è di origine italiana e, visto il fallimento della nazionale italiana, non mi stupisco che alcuni abbiano sperato vincesse l’argentina. Certo, poi c’è chi ha fatto il tifo contro la Germania, ma anche calcisticamente c’è una rivalità che parte almeno dal 4-3 di Città del Messico e che non ha nulla a che fare con il tempo che passa tra un cambio e l’altro dell’automobile.

  • Fabio Montale  On 15 Luglio 2014 at 22:57

    Non è che mi sono dimenticato prima. Semplicemente non avevo visto la notizia…
    Valerio termna chiedendo(ci): “Un po’ di vergogna no, nevvero??”. Anche più di un po’. Parecchia, anzi. Vergogna per questo – http://video.corriere.it/i-gauchos-camminano-cosi-team-tedesco-si-fa-beffe-dell-argentina/a9d3e688-0c1c-11e4-b3f9-bc051e012a1f
    E per fortuna i tedeschi sono quelli che quando rispondono al cellulare chiedono scusa e si girano, altrimenti chissà cosa avrebbero fatto. Ovviamente non tutti i tedeschi sono buzzurri come questi 6 neo-campioni del mondo e come le migliaia di persone che li hanno applauditi. Sono tedeschi anche i giornalisti dello Spiegel online che hanno stigmatizzato l’episodio: http://www.spiegel.de/sport/fussball/wm-party-in-berlin-nationalmannschaft-verhoehnt-argentinien-a-981132.html
    Noi italiani abbiamo mille difetti e tra questi c’è quello di pensare che gli altri – almeno alcuni altri (solitamente quelli più ricchi) – sono sempre e comunque migliori di noi. Non sempre, non sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site