Profanata la tomba di Toto’

Reading Time: < 1 minute

Qualche imbecille ha profanato la tomba di Totò.

Non si tratta di un gesto eclatante, hanno solo asportato lo stemma nobiliare sulla tomba di famiglia. Non è bello. Ma non è nemmeno degno di nota.

Quello che invece è da sottolineare è che è stato preso di mira il principe della risata, che non si sa che cosa abbia a che fare con delinquenza, vandalismi, bullismi di vario genere, azioni da guappetti di infima categoria.

Profanare Totò è come sputare addosso a Babbo Natale, è un gesto gratuito, che rivela soprattutto ignoranza nei confronti di chi, al contrario, al potere reagiva con una battuta, un gesto, un verso, un motto pungente che trasudava arte da tutti i pori ("Onorevole?…. ‘Ndrànghete!!!").

Chi lo ha fatto ha agito per noia, per convogliare l’attenzione dei media sulla propria bravata, per pura testardaggine o per rivendersi il cimelio per pochi euro.

Bisognerebbe solo ricordargli che Totò gli avrebbe detto: "Lei è un cretino, si informi!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.