Presbite!



Presbite, cazzo, sto diventando sempre più presbite.

Passi che me l’aveva detto la mia oculista, "Guardi, che ha bisogno di una piccola correzione degli occhiali perché si sta presentando un inizio di presbiopia", e io "Ma bene, sono miope da una vita, il miope non vede da lontano, il presbite invece da lontano ci vede benissimo, dovrei addirittura migliorare…"

Col cavolo! Ieri ho attaco "La Peste" di Camus in francese comprata usata di terza mano, praticamente nuovissima, quando cercavo l’oro nel Klondike. Una edizione Folio, di quelle comunissime. E’ scritta pidocchina pidocchina, questo è vero, ma quei libri li ho sempre letti, e poi non ho voglia di andare in biblioteca o in libreria per prendere una traduzione di una lingua che so leggere benissimo sol ope3rché è stampata più grande.

Per cui proseguo stoicamente. Purché qualcuno il giornale me lo porti a tre chilometri di distanza, così lo leggo meglio.
76 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.