Per Enrico Letta è meglio votare Berlusconi che Beppe Grillo

Enrico Letta in un'immagine tratta ta it.wikipedia.org

Enrico Letta, del Partito Democratico, ieri ha fatto un’esternazione che ha fatto sobbalzare dalla sedia perfino qualcuno tra i suoi colleghi di partito (come sapete, il termine “compagni” non si usa più, è un peccato che per colpa di qualche rigurgito filo-casiniano si debba rinunciare perfino alla insostituibile ricchezza lessicale della lingua italiana, perché in Toscana, ad esempio, “compagno” vuol dire “uguale”).

Ha detto che è meglio votare Berlusconi che votare Beppe Grillo. Ora, a parte il fatto che bisognarebbe spiegare ancora una volta a chi non l’ha ancora capito che Beppe Grillo non si candida personalmente alle prossime elezioni politiche, mentre Berlusconi sì. E poi, fatte le dovute proporzioni, è come aver detto che è meglio essere ammalati di broncopolmonite che essere affetti da un raffreddore.

E poi, se ci tiene tanto a favorire la corsa a Palazzo Chigi di Berlusconi e a votare PDL o quello che sarà, che lo faccia, in fondo il PD è stato il più grande alleato di sempre del PDL, e lo dimostrano l’inerzia dei due governi di centro-sinistra nel mancato ripristino del reato di falso in bilancio o sul conflitto d’interesse e le uscite plateali dall’aula del Senato durante l’approvazione del decreto intercettazioni con voto di fiducia, a cui il PD non si è neanche degnato di rispondere con un “no” preciso e convinto.

Dobbiamo avere il coraggio della memoria. 

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site