Paolo Attivissimo su per aria!

Reading Time: 2 minutes

Oh, mi raccomando, eh?

Domattina, domenica, puntate la sveglia alle 5,45, lavatevi i piedi perbenino, fate colazione e poi tutti fuori all’aperto col nasino all’insù.

C’è un’eclisse? La Luna piena? Una stella che si vede a occhio nudo? No, cari i miei babbioni, molto, ma molto di più e di meglio.

C’è Paolo Attivissimo che va su per aria in mongolfiera! Non solo, ma si porta dietro anche lo smartphone. E i più pigri o assonnati potranno agevolmente seguire l’evento da Google Maps, cosa che, evidentemente, non era mai capitata a nessuno. Sì, avete capito bene, l’evento sarà trasmesso in diretta in mondovisione. Prima di lui solo i giochi olimpici. O il concerto di Capodanno. O la benedizione Urbi et Orbi.

Dopo aver parlato per anni dei suoi amici astronauti, AstroCoso, AstroTale e AstroTalaltro, tutti impegnati in eroiche imprese nello spazio, adesso anche lui emulerà le nobili gesta del Signor di Mongolfier e, scaricata la zavorra, si leverà dalla vile Terra per guardarla dall’alto, col binocolo al séguito, meglio di Phileas Fogg.

Che, in realtà, è un po’ come andare ai Grandi Magazzini con la voglia di comprarsi una Ferrari e uscire con una radiosveglia, e convincersi che sempre meglio di un calcio in culo sarà.

Chi era Jules Verne quando scriveva “Cinque settimane in pallone“? Una mezza calzetta! E Vincenzo Monti che elogiava il pallone aerostatico nei suoi versi immortali, paragonandolo a Giasone che fende i seni a Teti? Un dilettante!

Oddio, farebbe bene, anzi, meglio, a rispondere agli interpelli preventivi sulla privacy. Ma lui non ha tempo. Vive in Svizzera. Ha la Tesla. Parla inglese. Si occupa di traduzione letteraria.

E voi guardatelo, mi raccomando. [Ciavessi altro daffà’!!]