Paolo Attivissimo come creatore di neologismi

Reading Time: < 1 minute

Nel post

Paolo Attivissimo, Stefano Zanero, Carlo Calenda e lo pseudonimato

riportavo alcune citazioni di Paolo Attivissimo. Che dopo aver tenuto una conferenza sulla traduzione letteraria, perché ha tradotto il libro di memorie di un astronauta (non si tratta di “letteratura”, quindi), ha pensato di coniare un neologismo.

E il bello è che ne dà anche la definizione. Chissà, magari la Crusca o la Treccani potrebbero essere interessate:

Checcevoismo, s.m. Atteggiamento delle persone che credono che il lavoro altamente professionale e sofisticato di qualcun altro sia facile e che sarebbero in grado di farlo anche loro e pure meglio. Etim. Romanesco “che ce vo’”, “che ci vuole”, sarcasmo usato per affermare che un dato compito è ritenuto facile.

Anche se dubito fortemente che gli Accedemici potrebbero mai accettare un’espressione come “e pure meglio”!