Otto anni con valeriodistefano.com (e ci state larghi!)

E ridendo (poco) e scherzando (ancora meno), dài, spingi, tira, picchia e mena, valeriodistefano.com ha compiuto otto anni (eh, sì, i bimbi crescono, sembra ieri…), e lo festeggiamo con l’immagine della torta che fu dell’undècimo genetlìaco della mi’ nipote, l’Infanta Maruska.

Avere questo blog, quest’anno, è molto più importante e determinante che non in tutti i precedenti anni messi insieme.

Non avrei mai creduto che questa esperienza mi avrebbe portato sin qui. Probabilmente, se potessi tornare indietro, farei esattamente le stesse cose. Perché mi renderei ancora più conto, e in maniera incisiva, che l’arma della verità e dell’informazione è realmente disponibile ed efficace in rete.

Così, davvero, grazie a tutti, soprattutto a chi mi ha detto che di questo scalcinato blog devo andare fiero e a chi mi ha dato l’occasione di vedere che ciò che scrivo arriva dritto al segno.

E visto che il compleanno di valeriodistefano.com coincide con l’Anniversario della Liberazione, allora ho liberato il blog dalla pubblicità di Google, da quella di altri e da qualche altro script. Diciamoci la verità, non ci si ricava una beneamata verza, sì, giusto i dindini per il rinnovo del dominio e un Camparino al bàrre ogni tanto, che certo, bùttali via, ed è anche plausibile che le iniziative parallele come classicistranieri.com, classicistranieri.org e controversi.org possano continuare a mantenere le loro brave pubblicità ma un blog è un blog e non si compra.
Restano ancora, almeno per il momento, degli annunci in calce a ciascun articolo visualizzato, ma è solo questione di ore (abbiate pazienza, non ricordo più in quale file ho implementato lo script).
Al posto della solita pubblicità di Gùgol trovate la splendida parodia che ne fece Baluganti Ampelio quando decise di mettere su il suo di blog. Naturalmente lo avrebbe abbandonato di lì a poco, ma ho voluto salvare alcuni esempi del suo incomparabile, ma purtuttavia inutile genio.

Ho tolto anche le statistiche di Feedjit. Sono molto, molto carine e funzionano bene. Ma rallentano il caricamento delle pagine a bestia. Magari ci ripenso e ne lascio uno solo. Oppure no.
Altri script restano, tra cui quello degli aggiornamenti di Twitter. Abbiate pazienza, Twitter è un salottino di lusso che mi piace frequentare, non c’è nulla di male. Invece a frequentare Facebook non c’è nulla di bene.

Molti mi esortano a continuare così. Potrei fare altrimenti? Forse potrei, ma non so farlo.
2 Views

Commenti

commenti

3 pensieri riguardo “Otto anni con valeriodistefano.com (e ci state larghi!)

  1. Baluganti Ampelio

    Che dire palle, son commosso!
    Continua pure così, che tra una decina d’anni doventi maggiorenne, e chissà che tu ‘un metta anco un po’ di giudizio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.