O la borsa o la vita

La borsa dell’acqua calda rievoca ricordi antichi. Sa di nonna, di pentolino messo sul gas a bollire, di piedi gelati, di letto che ce la lasci e lo trovi già caldo, di stai attendo a riempirla che ti bruci perché poi l’aria fa schizzare l’acqua fuori. Era un rituale.Poi sono venuti gli scaldini elettrici e le borse di gomma sono andate nel dimenticatoio.

Fino ad oggi, quando, secondo una notizia riportata sui giornali, Berlusconi si è fatto ustionare da una borsa dell’acqua calda che gli è scoppiata addosso.

Altro che bombaroli e cavalletti tirati sul groppone. Da domani la cosa rossa si armerà di boules, strategicamente tappate. O lasciate provvidenzialmente aperte. Sempre quando riuscirà a capire perché cavolo si è data quel nome

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site