L’audace colpo dei soliti ignoti

Spettabile Ditta “Soliti Ignoti” Ass. a Delinq.,

sono a molestarvi con questa mia breve missiva per inoltrare ossequiosa istanza di spiegazioni circa un accadimento che mi preme segnalare alla Vostra Spett. attenzione.

In una notte imprecisata delle scorse,la Vostra Associazione effettuava, in breve lasso di tempo, la forzatura della serratura della mia automobile di marca Fiat, modello Punto primissimo tipo, anno 1997 o giù di lì, 60.000 Km egregiamente portati, di colore bianco sporco (Vi prego di voler portare indulgenza per questo particolare afferente non già alla nuance del colore, bensì alla pianta di fico della vicina di casa, la quale perdendo frutti ormai maturi, ne deposita, sia pure di striscio, appiccicaticci rimasugli sulla vettura di cui sopra), con conseguente furto di n. 1 autoradio marca Pioneer risalente all’anno di acquisto della vettura stessa, e una serie di CD audio tra cui una rara antologia del gruppo dei Pentangle, che sapete un accidente voi chi sono, e un titolo di Francesco Guccini, che notoriamente porta sfiga, oltre ad altro materiale su CD pietosamente masterizzato e lasciato al sole a squagliarsi, costituente copia da ascolto di materiale originale custodito in casa, che col cavolo che lo lasciavo in macchina per voi.

Ciò evidenziato, a questa parte preme chiedere a Codesta attività filantropica, che cazzo ve ne fate di un’autoradio di dieci anni fa, che non ha nemmeno il lettore MP3 e quindi vi frutterà si e no 30 euro dal primo ricettat… sul mercato, e a quale prezzo avete piazzato i fottutissimi CD che avete abilmente sgraffignato e che avevo pagato 6000 lire quando le lire c’erano ancora, se la cocaina che avete comperato con i proventi del tutto era buona, ricordandovi che, almeno, nel film che porta il titolo uguale al nome della Vostra Società, i Vostri predecessori riuscirono almeno a riempirsi la pancia rubando pasta e ceci.

Augurandovi di cuore di andare a fare in culo, spero vivamente che, se non li avete già spesi, i proventi della Vostra impresa ai miei danni possano essere impiegati in farmaci per curarvi tutti i cancri che vi sto inviando copiosi.

86 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.