La sensualità delle vite disperate

Emma mi confessa candidamente che il mio blog è una delle sue pochissime letture perché secondo lei scrivo anche delle cose intelligenti (mah…) e in un buon italiano (chissà cos’ha letto prima!).
E’ una responsabilità che fa tremare i polsi, spero vivamente che Gianluca riesca a dissuaderla dal proseguire nell’insano gesto e la spinga a liberarsi di questo minimalismo letterario, riconducendola verso orizzonti di lettura più sani.

Adesso comincia il post:

Un gelato al limon
è vero limon, ti piace?

La giornata è una delle prime di tiepido sole di quasi primavera e uno pensa che mangerebbe volentieri un bel gelato, di quelli cremosi, artigianali, morbidi, succulenti e zuccherini. Il primo della stagione.

Già che uno c’è, va nella gelateria-là-bas pregustandosi una vaschetta trigusto per quattro persone.

Fino alla settimana scorsa si portavano le pastarelle a casa per la domenica, ma il gelato sa di abiti leggeri, di voglia di farsi asciugare le ossa dal sole, di mocassini primaverili da indossare per scappare a fare una passeggiata.

I gusti da scegliere non sono e non devono essere un problema, quando si sceglie un gelato.

Invece la commessa al banco ti inchioda con uno sguardo tra lo stupito, lo scocciato e con un’aria di chi trova ovvio che nel bancone ci siano creme e solo creme.
Ma perché, i gelati alla frutta non si fanno più?

Che so, fragola, amarena, arancia…

“No” spiega “la fragola ora si chiama fior di fragola” e non è più di quel bel color rosina artificiale ma appetibile, è bianco come tutto il resto e non dà nessuna soddisfazione.

Il parco gusti offre:
Bacio, bacio bianco, yogurt al mirtillo, ai frutti di bosco, al lampone, Mars, Nutella, Kinder cereali (questa mania di fare i gusti per marchi di fabbrica è preoccupante!), crema al whisky, crema ai pinoli, crema al Grand Marnier.
La vecchia crema non esiste più, se vuoi ti do un assaggio di Crema Chantilly, la stracciatella è un ricordo, tutt’al più puoi prendere l’After Eight (perché chiamarlo menta e cioccolato faceva schifo!).

In un angolo fa mostra di sé il gelato al Puffo, cazzo è il Puffo, volevo solo un gelato nocciola e pistacchio, vaffanculo…

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site
Don`t copy text!