La rete e il ritorno di Arnaldo Forlani

Sulla rete c’è stato un rigurgito di neo-forlanesimo assai imbarazzante, che, come molte cose della rete, vivono solo un giorno, come le rose, ma pungono ugualmente e fanno dànno.

Sempre sulla scia della proposta di abolire la parata del due giugno a favore delle popolazioni terremotate dell’Emilia, qualcuno è arrivato a ricordare e perfino sottolineare l’esempio di Arnaldo Forlani che, da Ministro della Difesa, nel 1976, dopo il terremoto del Friuli, aveva, appunto, sospeso lo svolgimento della Festa della Repubblica.

Forlani per 29 voti non divenne Presidente della Repubblica. Fu poi condannato definitivamente per illecito finanziamento ai partiti. Ora, per carità ha espiato completamente la sua pena e per quello che riguarda me (e anche per quello che riguarda la società intera) è pienamente riabilitato, reinserito e può fare quel che vuole.

Ma rimpiangerlo addirittura e farne un vessillo mi sembra decisamente fuori luogo.

La rete a volte impazzisce, scusàtela!

104 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.