La moglie e’ lesbica, lui lo scopre da una e-mail. Lei lo denuncia: assolto.



Ha acceso il computer e ha trovato le prove evidenti di una relazione omosessuale della moglie.

La moglie lo ha denunciato per violazione della privacy.  E’ stato assolto perché la coniuge, pirla, per ricevere le mail relative alla sua relazione extraconiugale, si serviva di una casella di posta elettronica praticamente intestata alla coppia (e non è stata capace di aprirsi una casella su un Gmail qualsiasi).

C’è solo da chiedersi se la Sacra Rota, a cui l’uomo si è rivolto per l’annullamento del matrimonio, sarà comprensiva come lo è stata la legge italiana.

Come minimo gli scioglieranno il matrimonio, sì, ma lo condanneranno a leggere l’opera omnia di Ratzinger. Tutto per quella maledetta e-mail.
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.