“La cattolicissima Spagna”

[Nell’effige il bravo Tomas de Torquemada]

Mia moglie prega, attraverso il blog, tutti i giornalisti, televisionari, caciaroni, borgatari, pescivendoli, pennivendoli, e altrettanti spettatori, ascoltatori, fruitori, impostori, controllori, bigliettai, di smetterla una volta per tutte di usare l’odiata espressione "la cattolicissima Spagna" perche’ non e’ così, e’ l’ora di finirla, basta, teniamoci la Binetti, siamo in Europa, scopa, settebello, carte primiera e denari vinco io (oh, sono o non sono la moglie del miglior blogger-colpostregato degli ultimi 150 anni?)!

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.