Il solito “vile attentato” alla Lega da parte dei soliti “vigliacchi” anarco-insurrezionalisti

Hanno sparato tre o quattro petardi vicino casa di Bossi, stanotte, a Gemonio, e siccome il portone e alcune vetrate della sede locale del movimento "per l’indipendenza della Padania" si sono un po’ danneggiati, ecco che si parla subito di vili attentati, di anarco-insurrezionalisti (tanto, quando non si sa a chi dare la colpa ci sono sempre gli anarco-insurrezionalisti a fare da capro espiatorio, ma poi, chi sono questi anarco-insurrezionalisti? Qualcuno ne ha mai visto uno? Sono come gli unicorni, ne parlano tutti ma non li ha mai visti nessuno), di gesti infami e codardi, di attentato alla democrazia, Maroni dichiara che non si lasceranno intimidire (e certo che non si lasceranno intimidire, cosa dovrebbe intimidirli, qualche petardo? E se fosse stata la bomba di Maradona a scoppiargli sotto casa cosa avrebbero dovuto fare, farsi ricoverare tutti in cardiologia per infarto fulminante?).

La cose che non tornano sono due:

a) su un video del Corriere della Sera (oh, mica Radio Padania!) si dice chiaramente che i bòtti sono stati uditi distintamente da tutta la popolazione di Gemonio Varese (controllate, controllate pure), ma che il leader della Lega Umberto Bossi, che era rientrato a casa da pochi minuti è stato avvertito dai carabinieri dell’accaduto. Ma se abita a 100 metri di distanza! Ecco quello che mi indigna, il sensazionalismo delle notizie, il pretendere di darci a bere che si sia trattato di chissà che cosa e poi contraddirsi in questo modo sterile e puerile, perché se i rumori delle esplosioni sono arrivati fino alla periferia, come faceva Bossi a dover essere avvertito dai Carabinieri?

b) una foto, pubblicata dallo stesso Corriere della Sera mostra chiaramente che nel negozio accanto alla sede della Lega (almeno credo si tratti di un esercizio commerciale) le vetrine sono intatte, pare insomma che non ci siano danni di rilievo.

Nel frattempo  Arianna Ciccone del gruppo "Valigia Blu" ha segnalato Radio Padania alle Autorità competenti perché, a suo dire, “gli studenti padani invitano le forze dell’ordine a spaccare le ossa ai manifestanti”.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site