Il Presidente della Repubblica Tedesca Koehler si dimette per aver detto la verita’

Quest’omino qui non lo riconosce nessuno, perché ha svolto, fino a qualche giorno fa, una professione del tutto invisibile agli occhi dei media e della opinione pubblica internazionale. Questo signore è un tedesco, si chiama Koehler e la sua attività è stata quella di Presidente della Repubblica di Germania. Quindi, sostanzialmente un notaio, un burocrate, ma comunque una figura di riferimento, anche se defilata rispetto alla granitica presenza del Cancelliere di turno (Angela Merkel, nel nostro caso).

Ebbene, questo signore ha dovuto abbandonare il suo ufficio, riemttere negli scatoloni le foto di famiglia sul tavolo, portare via tutto in quattro e quattr’otto perché ha fatto una gaffe. Ha dichiarato pubblicamente che la Germania ha un contingente militare in Afghanistan per conseguire e proteggere i propri interessi economici.

Cioè, ha fatto una gaffe ma ha detto la sacrosanta verità. Si è immediatamente dimesso, e adesso farà il pensionato, o l’operaio in qualche "Firma" ("Firma" in tedesco significa "Ditta") per raggiungere l’età del ritiro, andrà a dare da mangiare agli animali nei parchi (che, pure, in Germania, esistono a mille), farà qualche passeggiata per i boschi, mangerà in qualche Gasthaus, insomma, farà tutto quello che un cittadino tedesco medio ha diritto di fare a meno che non sia un delinquente, ma per aver detto una cosa che non si doveva dire si è tolto dalle balle.

In Italia, notoriamente, siamo in leggera controtendenza e di figuracce del genere, o financo peggiori, ne collezioniamo a iosa. Ad esempio continuiamo a dire che la missione in Afghanistano è un’iniziativa di pace. Tanto, dopo, basta dire di essere stati fraintesi.

39 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.