Il nome della rosa. Bianca.

A proposito della Rosa Bianca, persino la versione italiana di Wikipedia (che è una cosa bella nelle intenzioni ma brutta nei fatti, tant’è che ogni tanto linkano anche me, beati loro…), dice :La Rosa Bianca (in lingua tedesca: Die Weiße Rose) è il nome assunto da un gruppo di studenti cristiani che cercarono di opporsi in modo nonviolento al regime della Germania nazista. La Rosa Bianca fu attiva dal giugno 1942 al febbraio 1943, quando i componenti del gruppo vennero arrestati, processati e condannati a morte mediante decapitazione.
(da: http://it.wikipedia.org/wiki/Rosa_Bianca)Non solo stanno cambiando il significato delle parole, ma ora i nostri politici vogliono anche impossessarsi della storia e degli eventi che sono associati con il linguaggio.

Accadde tempo fa con Forza Italia, che fondamentalmente era un grido sportivo, ci hanno messo una sorta di marchio e Berlusconi l’ha fatto suo. E’ come registrare “Vaffanculo!” o “Ti amo”. D’ora in poi, magari, per dire “Pronto, chi parla?” bisognerà metterci il (Tm) vicino se no ti fanno un culo così.

Adesso ci si sono messi Pezzotta e altri due, che, naturalmente, hanno deciso di correre per conto loro, e di raccattare quel 2% che potrebbe eleggerli legittimamente veri e degli eredi dell’UdeUR di Mastella, travolta dalle inchieste giudiziarie.

Si sono scelti un nome che apparteneva a un gruppo di studenti cristiani, non democristiani. Anche lì hanno voluto giocare con le parole ma gli è andata male.

Dimenticando il recente (bel) film con Julia Jentsch nei panni di Sophie Scholl (infatti il titolo originale del film è “Sophie Scholl, die letzten Tagen”, che suona un po’ come “Gli ultimi giorni di Sophie Scholl”, solo che con quel titolo in Italia non l’avrebbe guardato nessuno, su via, diciamocela fuori dai denti…).

Ma soprattutto dimenticando che queste persone si sono fatte ammazzare per aver diffuso otto opuscoli all’università.

89 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.