Il militare Stefano Paternò muore a 43 anni per arresto cardiaco

Reading Time: < 1 minute

Ricevo dal lettore Mario M. la segnalazione di un articolo del quotidiano “Il Messaggero” sulla morte per arresto cardiaco del 43enne Stefano Paternò, militare in servizio ad Augusta e residente a Misterbianco.

Il giorno precedente, l’uomo era stato sottoposto alla somministrazione della prima dose del vaccino anti Covid Astrazeneca. Lascia la moglie e due figli.

Il Procuratore di Siracusa, Dott.ssa Sabrina Gambino, secondo quanto riferisce “Il Messaggero”, ha riferito che “Al momento non c’è alcun rapporto causa-effetto, ma possiamo solo rilevare una coincidenza cronologica. Dobbiamo attendere l’esito dell’autopsia per avere un quadro più chiaro.”

Incaricata dell’esame autoptico è la Procura della Repubblica di Catania, che agisce su rogatoria, ma al momento, come ripeto non sussistono evidenze di correlazione tra la morte del giovane e la somministrazione del siero.