Il gruppo dei fan di Valerio Di Stefano su Facebook e la 5C dell’ITC “Alessandrini” di Montesilvano

Reading Time: 2 minutes

E ora ho anche un gruppo di fans su Facebook (siccome il Corriere della Sera e Amazon non bastavano, mi hanno perfino regalato un Fansgroup sul Libro della Faccia…).

I miei alunni della seconda di quest’anno mi avevano cominciato a dire che su Facebook c’era “qualcosa” (quando un concetto non è ben definito o non lo si vuole dire assume sempre i contorni di un più indefinito e indefinibile “qualcosa”, da pronunciarsi con la calata del doppiatore di Alfred Hitchcock nei telefil in bianco e nero degli anni ’50 quando li presentava con il suo solito “Buonaseeeera…”) ma non sapevano bene che cosa.

Ed eccolo lì, immortalato in tutto il suo splendore. Devo dire che mi fa molto piacere che ci sia, anche se mi preoccupa molto la sua esistenza. Più che altro mi dispiace tanto non essere riuscito a fa capire ai miei alunni dell’attuale 5C dell’ITC “Alessandrini” di Montesilvano (PE) che Facebook è una solenne presa per il culo. Non ho avuto tempo, non ce l’ho fatta, sono schiattato prima, mi sono fatto dare l’assegnazione provvisoria per aver espiato la pena.

Allora, il gruppo si chiama “Valerio Di Stefano” (originale! Nomina sunt consequentia rerum, avrebbero detto i latini!), ha 11 membri, come una squadra di calcio e porta questa descrizione: “Il professore simbolo” (ma simbolo de che??). E’ stato creato da Jacopo D’Alberto, che è stato mio alunno fino alla 4C.

Ragazzo effervescente, pieno di idee, contestatario al punto giusto da far incazzare Simona (che, a sua volta, lo rifaceva incazzare in uno scambio senza fine di