Il giorno dello sciacallo

Lo sciacallo, in quanto animale, non sembra avere questo aspetto così crudele.

Quando lo sciacallo è uomo, invece, riesce a compiere azioni estremamente riprovevoli e generatrici di una ripugnanza universale.

Nei campi degli sfollati c’è stato chi vendeva carne di manzo a 80 euro al Kg., a un signore che stava piangendo su quello che non aveva più un delegato di una banca è andato a ricoradre che aveva la rata del mutuo in scadenza il venerdì successivo. Questo signore aveva solo 5 euro in tasca.

Ci sono i primi strozzini, chi compra oro per quattro soldi, e proprio nelle ore in cui scrivo quattro romeni saranno processati per direttissima per essersi impossessati degli oggetti della casa di una signora anziata morta nel crollo della notte tra domenica e lunedì scorso. Tutti si aspettano una sentenza esemplare, ma nessuno sa che per il processo per direttissima è garantito lo sconto di un terzo della pena. Se gli imputati arrivassero al patteggiamento la pena finale effettivamente comminata potrebbe essere particolarmente mite.

E allora tutti si opporrebbero con indignazione contro giudici colpevoli di aver applicato solo la legge, in un’aula di giustizia improvvisata perché Tribunali e quant’altro sono anch’essi macerie.

Tra gli atti di sciacallaggio più biechi, registro quello di chi, approfittando della propria carica di potere esecutivo, abbraccia persone che non rivedranno mai più la loro casa per tutta la loro vita, nel giorno straziante del funerale dei propri cari. E si fa propaganda, come ha sempre fatto, annunciando:

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • Fabio Montale  On 11 Aprile 2009 at 00:24

    Proprio poco fa sentivo in TV che i 4 rumeni sono stati assolti. Mi indigna il modo in cui quella tessa TV che ha liquidato con due parole la loro assoluzione li avesse trattati come delinquenti incalliti appena poche ore prima. Magari i giudici si sono sbagliati, ma la verità processuale – che comunque è basata su elementi ben più consistenti di quelli che abbiamo noi leggendo i giornali – è l’unica che abbiamo e dobbiamo tenercela stretta.
    Sugli altri episodi che citi non avremo mai verità processuali e ci teniamo le nostre impressioni. A volte pessime come quella che ho avuto ascoltando il Presidente della Regione Abruzzo che neppure in queste circostanze ha perduto l’occasione per tessere le lodi del Presidente del Consiglio e leader indiscusso del suo partito.
    Questo è tutto. Spero solo che in questo blog presto si torni a leggere anche di facezie. Sarebbe un bel segno, anche se non possiamo nasconderci che passeranno anni prim

  • Lys  On 11 Aprile 2009 at 12:48

    Il mio pensiero, dopo aver visto sua nanità imperversare fra i campi tende, è perfettamente espresso da questa vignetta:

    http://fabiolai.blogspot.com/2009/04/macerie.html

    La battuta sull’offrire le proprie case, se ben ricordo, l’aveva già usata in passato, ma col cavolo che l’ha messa in atto.

    Sul costruire una nuova città in stile Milano 2, anche lì si sta ripetendo, ma le promesse fatte sono rimaste tali (e mi verrebbe quasi da dire “per fortuna”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site
Don`t copy text!