Il giornalista e il blog

Reading Time: < 1 minute

Questi contenuti sono completamente gratuiti.

Potete ringraziarmi (prego!), altrettanto gratuitamente, iscrivendovi al mio canale YouTube.

-----

Un giornalista ha “attenzionato” il mio blog. Succede. Non è la prima volta e non sarà l’ultima.

Mi ha inviato una mail pregandomi di rispondergli in merito alla rimozione/modifica di un mio post che lo riguardava in qualità di attore di una causa legale e la cui sentenza, definitiva, è ormai passata in giudicato.

Come faccio sempre, ammettendo e non concedendo le ragioni della controparte, ho temporaneamente rimosso il post richiesto, che rivedrò, alla luce di quanto consigliatomi dai miei legali, in caso volessi optare per la conservazione anche solo di parte del suo contenuto.

Il giornalista in questione si è di recente pubblicamente schierato a favore di una formazione politica dell’arco parlamentare.

Sono mezzi che si usano in continuazione. Fanno parte dell’esercizio della forza del pesce grosso nei confronti del pesce piccolo. Nell’oceano della rete la mattanza delle acciughe è uno sport nazionale. Ne vanno di mezzo la libertà di espressione, di critica e di cronaca che appartengono a qualsiasi cittadino, nessuno escluso. Ma non la mia.