Il dito di Maroni

Ovvia, il prode Caciagli Emo (o Edo, o Nedo, o Alfredo, o Goffredo, non ricordo…) mi priega (verbo squisitamente dantesco) di diffondere codesto manifestino della Pubblicità Progresso e io gliene serbo gratidine e acidità di stomaco eseguendo tosto ‘l disìo.
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.