Il Corriere della Sera mi cita. Ma sbaglia il link

Mi sono arrivate in dieci minuti almeno due mail e un SMS in cui mi si comunica che su una pagina dell’edizione fiorentina del Corriere della Sera, si cita il mio blog.

La prima mail giunge dall’ormai onnipresente Pallesi Danilo (o Papanti Astarotte), che non mi scrive nè mi telefona mai, a meno che non muoia qualcuno di mia conoscenza (per cui quando vedo il suo nome sul display mi gratto adeguatamente le gònadi), che la su’ figliòla, l’infanta Marusca, non abbia dubbi grammaticali instillati da maestre da prendere a schiaffi, che non voglia indietro quelle cinquecento lire che mi prestò quindici anni fa.
La seconda segnalazione, sotto forma di commento, mi giunge da Eleno, Elebor, Alabar, Abracad… ma la gente non si decide mai a chiamarsi con nome e cognome?

Poi un SMS da un amico.

Troppa grazia. E tutto perché un articolo di valeriodistefano puntocò è stato citato dal Corriere della Sera, sia pure in una delle sue edizioni locali. L’articolo del Corriere in cui mi si cita riguarda la pubblicità della Coca Cola che ha come protagonista Giulia di Pisa, personaggio odioso, spocchiosetto, falsamente modesto, infido e antipatico come solo i pisani sanno esserlo, soprattutto agli occhi dei livornesi.

L’articolo è a firma di Alessandra Bravi e lo trovate qui:

http://tinyurl.com/qohh3d

Non ci vedo tutto qusto gran merito, anzi, la trovo una soverchia rottura di coglioni.

Prima di tutto perché quelli del Corriere sono dei pirla e citano i blogger solo per nome di battesimo ("Valerio scrive:", ma vaffanculo, siete voi che scrivete, e male, Valerio chi?? E’ come se io scrivessi "Alessandra mi ha citato", "Gianantonio su Corriere scrive…" trattano i blogger da scolaretti dell’asilo infantile, loro, giornalisti ignoranti), in seconda battuta perché nel voler mettere il link al mio blog hanno messo quello del blog di un altro. La citazione, però, corrisponde. Insomma, un "banale errore di digitazione", come direbbero quelli che l’hanno fatta grossa ma non vogliono che si veda.

Comunque la citazione è questa:

IL MONDO DELLA BLOGOSFERA – Ma è anche il mondo dei blog a scatenarsi. Valerio scrive: «Stasera quella pubblicità l’ho vista in versione televisiva. E’ oscena. Oscena soprattutto perché la protagonista parla di sé e asserisce di chiamarsi Giulia e di venire da Pisa. Che, voglio dire, per un livornese di adozione, ma anche per un non livornese, non è un bel viatico. Giulia da Pisa dice di essere amante delle cose semplici, dice di andare in bicicletta preferendola all’automobile, che così non inquina, che va volentieri a piedi, che preferisce stare a casa piuttosto che viaggiare così risparmia, Giulia, insomma, passa la domenica a casa a gustare il ragù della mamma bevendoci dietro una bella Coca Cola. De’, perché se ci beveva un bel bicchiere di vino un era pisana!».

E non c’è da andarne fieri.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • Fabio Montale  On 27 Maggio 2009 at 00:54

    Al posto tuo mi preoccuperei del fatto che i tuoi lettori – ben 3 su 25 (permetterai che il Manzon ne abbia uno in più) – leggano il corriere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.