I docenti che non fanno il vaccino: che ne sarà di loro?

Reading Time: < 1 minute

 1,216 total views,  1 views today

Dunque, che cosa ne sarà dei docenti che non vogliono o non possono vaccinarsi, per i motivi più disparati, anche se legittimi (come il rischio per la propria salute, che dovesse eventualmente essere superiore ai vantaggi offerti dall’inoculazione)?

Secondo questo stralcio di “Repubblica”, segnalatomi dall’affezionato lettore Meniconi Efisio vedovo Mansani, il Governo starebbe studiando una serie di gradualità sanzionatorie che cominciano con il trasferimento del docente “ad altra città” con l’allontanamento dalle lezioni in presenza, fino ad arrivare alla sospensione dello stipendio. Non si parla nell’articolo, né ne è data contezza, dell’eventuale sospensione dal ruolo.

Così potrebbe essere. Se vi pare. Naturalmente attendiamo di vedere il provvedimento e di constatare se vi sia una salvaguardia per chi il vaccino non lo PUO’ (non che non lo VUOLE) fare.

Ma le premesse non sono belle. Non so bene cosa si risolva cambiando la sede di servizio e/o le mansioni a un docente nonché a sospenderlo dallo stipendio. Forse se è malato guarisce? Se è contagiato non rischia di infettare gli altri? Non si sa. Ma stai tuned che nei prossimi giorni ci sarà del materiale su cui parlare.